CARICAMENTO

Scrivi per cercare

TerniOn è pronto a salpare: arrivano Morcheeba, La Rua e Sud Sound System

Cultura e Spettacolo

TerniOn è pronto a salpare: arrivano Morcheeba, La Rua e Sud Sound System

Emanuele Lombardini
Condividi

Gli assessori Armillei e Tedeschi, il sindaco Di Girolamo, il vicepresidente della Regione Paparelli e il presidente della Camera di Commercio Flamini

TERNI – Si accende la musica, si accende l’arte. Terni On è pronto a partire per l’edizione 2016. Da giovedì a domenica, quattro giorni ricchi di eventi che animeranno varie location del centro dal pomeriggio a notte fonda. Un volano – o almeno così spera l’amministrazione, anche per l’economia cittadina e non solo, in grande difficoltà. L’evento è stato presentato oggi a Palazzo Spada dal sindaco Leopoldo Di Girolamo, dagli assessori Giorgio Armillei e Daniela Tedeschi, dal vicepresidente della Regione Fabio Paparelli e dal presidente della Camera di Commercio Giuseppe Flamini, oltrechè ovviamente dal comitato organizzatore, con in testa Fabrizio Fabi.

“L’evento segna una ripartenza dopo i tragici fatti che hanno messo in ginocchio l’economia della Regione – ha spiegato Paparelli- e la nostra speranza è che sia solo il primo di tanti che possano contribuire a questo scopo. Di “grande sinergia fra le attività commerciali”, ha parlato Flamini e di certo c’è che gli esercizi ternani e non solo che saranno presenti un apposito spazio dedicato al “villaggio delle eccellenze” avrà un occhio di riguardo non solo per le produzioni enogastronomiche nostrane ma anche per quelle che arrivano dalle zone colpite dal sisma.

Conferenza Terni OnA questo proposito, c’è da dire che grazie alla collaborazione dell’Ordine di Malta e del Cesvol, sarà attivata presso i negozianti una raccolta fondi per le popolazioni terremotate, il cui ricavato sarà versato sul conto apposito della regione, insieme al ricavato dalla vendita delle sei installazioni di Street Art dell’artista Uno che saranno realizzate in piazza San Francesco.

Le cifre degli scorsi anni sono incoraggianti: 135mila visitatori nelle prime due edizioni, 2 milioni di euro di ricaduta solo l’anno scorso: “ma l’obiettivo di questa edizione – ha spiegato Armillei – non è quello di superare queste cifre, quanto quello di creare uno spazio nel quale cresce la capacità imprenditoriale e di proposta della città”. La scelta di aggiungere un giorno e di diluire in altre zone della città gli eventi “viene incontro – ha detto Tedeschi- alle istanze dei cittadini di decongestionare il centro ma anche il sabato sera e allo stesso tempo di rendere ancora più ampio l’evento”.

Il programma Il main stage della musica, in piazza Europa propone un tris di artisti per tutti i gusti: giovedì 15 alle 22.30 apriranno gli ascolani La Rua, band nu-folk emergente cui la partecipazione a Tu si que Vales prima e Amici poi ha dato una notorietà nazionale. Il loro concerto sarà aperto dai ternani Mother Mary Mood, alternative rock band vincitrice del Capitalent 2015 e da Ethan Lara, diciottenne fiorentino freschissimo vincitore di Castrocaro, cui la vittoria nel concorso ha aperto le porte alle selezioni di Area Sanremo. Venerdì 16 sempre alle 22.30 reggae e ragamuffin in dialetto salentino coi Sud Sound System, mentre sabato 17 arrivano i Morcheeba, rimasti in due (Skye Edwards e Ross Godfrey) ma ancora sulla cresta dell’onda dopo vent’anni nel panorama triphop internazionale. Prima di loro, spazio al Filippo Tirincanti Trio, il cui leader omonimo è un vero e proprio sperimentatore musicale. Domenica 18, ma alle 18 chiude la Terni Jazz Orchestra. La notte house sarà sabato sera ai Giardini de La Passeggiata con Boo Williams, gigante del settore. E’ questo l’unico evento a pagamento del programma.

La sezione Terni On Art, curata da Chiara Ronchini ospiterà varie forme d’arte. Detto della street art in piazza San Francesco, sempre lì si svolgerà il contest fra le dieci opere selezionate dal bando OnArt #prize Big: in palio per il vincitore, votato dal pubblico, 1000 euro mentre il premiato dalla giuria tecnica avrà una esposizione personale. In piazza dell’Olmo, via Fratini e via Primo Maggio spazio alla urban art col circo fotografico dei Pogovic, i tombini colorati di Giulio Zanet e le incursioni artistiche all’edicola 518 di Sergio e Claudia

Altri eventi. Giovedì sera alle 21.30 concerto di fiati a cura del Briccialdi sugli scalini del teatro Verdi, sabato sera sempre il Conservatorio organizza altri quattro concerti in contemporanea in piazza Corona, alla chiesa di San Lorenzo, sempre sugli scalini del verdi e in via del Tribunale. Teatro e musica con la rivisitazione di fiabe a cura di Stefano De Majo, venerdì e sabato (ore 17-22) in piazza Claj, mentre negli stessi due giorni (ore 21-24) Maratona di Danza a Largo de’Banderari. Infine, grande spazio per il videomapping a palazzo Morelli, un viaggio per immagini attraverso la città (giovedì-sabato dalle 21.30).

E poi tanti altri eventi collaterali per un evento che gli organizzatori si augurano possa crescere ancora: “perchè questo – dice Fabrizio Fabi lanciando una stoccata a chi li aveva criticati – è il più grande evento della città di Terni, un vero e proprio grande festival, nonostante qualcuno pensi che non lo sia affatto”. Il sasso è lanciato, così, con non chalance. Non resta che vedere se qualcuno andrà a raccoglierlo.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere