CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Vigili urbani in protesta: “Dateci l’indennità”. Manca l’accordo sindacale

Cronaca e Attualità Terni

Terni, Vigili urbani in protesta: “Dateci l’indennità”. Manca l’accordo sindacale

Redazione politica
Condividi

TERNI – Prima un presidio, silenzioso ma deciso, fuori dall’aula di Palazzo Spada, dove era in corso il consiglio comunale, poi fuori dal Comune, davanti all’ufficio al pianterreno dove era in corso – ed è tuttora, con difficile previsione di sblocco – la riunione chiave per il loro futuro. I dipendenti della Polizia Municipale sono in protesta perchè chiedono  la corresponsione del salario accessorio che spetta loro per i turni extra – notturni e domenicali – e che da gennaio non viene loro erogato. Il sindaco Leonardo Latini lascia l’emiciclo, scende ad incontrare la delegazione e la accompagna dentro la sala riunione. Giusto il tempo di ribadire a  chi sta dentro, che non riesce a trovare la quadra, che c’è da sbloccare una situazione che rischia di far saltare il tappo. L’ennesima.

Servizi “Insomma, noi siamo qui e pretendono che continuiamo a fare i servizi, ma non ci vogliono dare quello che ci spetta da contratto – tuonano dalla delegazione- sicuramente non la tireremo molto a lungo. Stiamo facendo questi servizi gratis”. L’aria è pesante. Anche il vicesindaco Giuli si ferma a parlare con  la delegazione che continua ad incassare appoggi (“Anche l’assessore Fatale è dalla nostra parte”, spiegano), ma non riescono a trovare la quadra.

Guerre Questione di guerre interne fra sindacati. Lo si capisce poco dopo, quando dalla porta della riunione esce un delegato trafelato e visibilmente su di giri: “Niente da fare, qui è tutto bloccato, non si va avanti. Ma io non mi faccio certo prendere in giro”. Segue il nome di un sindacalista: “Hanno voluto rivedere tutto l’accordo da capo, e considerate che non abbiamo ancora iniziato, siamo ancora ai preliminari. Secondo me qui andrà parecchio per le lunghe, soprattutto quando arriveremo alle parti tecniche” (il linguaggio è diverso e più colorito ndr).

Il nodo. Nessuno parla in prima persona, ma la situazione si delinea strada facendo. Il nodo del contendere sono i 6.30 euro l’ora che spetterebbero loro per i servizi notturni e domenicali e sui quali non si trova l’accordo. Soldi che per inciso, sono solo una parte di quelli che a loro spetterebbero. Quella più consistente è incagliata nelle maglie del dissesto, che impediscono al Comune di accettare progetti coi quali finanziarli.

Diatriba A bloccare l’erogazione sarebbe, sostanzialmente, una diatriba sindacale. Una delle sigle, quella più consistente in Comune, si sarebbe messa di traverso.  Perchè i soldi da dividersi sono pochi e i vigili urbani, dicono alcuni bene informati, non sarebbero in maggioranza all’interno di quella sigla. Così l’accordo, che è sul tavolo e potrebbe essere sbloccato, resta fermo. La polizia locale però è allo stremo: “Perchè lavorare di notte, soprattutto a Terni, non è come farlo di giorno”. La trattativa va avanti, ad oltranza. Ma per adesso, non si intravedono spiragli.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere