martedì 30 Novembre 2021 - 07:04
0.5 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Terni, un virus stoppa Gabriele Scorsolini: la scalata all’Himalaya si ferma a 4100 metri

Una gastroenterite acuta ha colpito lui e le sue guide e i medici hanno detto no alla prosecuzione dell'impresa. Ma il giovane promette di tentare di nuovo: vuole arrivare in cima all'Everest

TERNI – Il sogno si è interrotto, ma Gabriele Scorsolini non si arrende e promette di riprovarci presto. I 17 anni li festeggerà ancora in quota, ma certo non come avrebbe voluto: la  scalata all’Himalaya del giovane studente non vedente ternano si è fermata a metà strada, a 4100 metri. Colpa di un virus, una gastroenterite acuta che ha colpito lui e le sue  guide e che lo ha costretto ad un ricovero di tre giorni.

Quando è uscito dall’ospedale avrebbe voluto ripartire, per arrivare almeno al campo base posto a 5300 metri, ma i medici hanno detto ‘no’ e quindi ai primi di novembre Gabriele tornerà a Terni: “Gabriele è veramente triste – scrive mamma Debora Raggi su facebook – ma in fondo  il suo sogno è stato realizzato lo stesso, dato che è riuscito a salire comunque per un lungo tratto. Ci tiene a ringraziare tutta la città per aver contribuito a realizzare il sogno e promette di riprovarci ancora”.

Si tratterà soltanto di attendere un pò, ovvero al compimento dei 18 anni, quando gli sarà consentito anche di arrivare in cima all’Everest, sulla vetta più alta del mondo: “Sono comunque contenta, Gabriele tornerà valoroso per aver realizzato in parte il suo sogno”, conclude la mamma.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Emanuele Lombardini
Giornalista, cittadino d'Europa

More articles

1 commento

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi