CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, torna di nuovo operativo il Centro Tecnico Federale della Federazione Italiana Tennistavolo

Sport Altri

Terni, torna di nuovo operativo il Centro Tecnico Federale della Federazione Italiana Tennistavolo

Redazione sportiva
Condividi

TERNI -Con la cerimonia di riapertura della foresteria, è tornato ufficialmente operativo il Centro Federale della FITeT al PalaTennistavolo “Aldo De Santis” di Terni. Alla conferenza stampa, organizzata all’interno della palestra adiacente, erano presenti, al tavolo dei relatori, l’assessore allo Sport del Comune di Terni, Elena Proietti, il coordinatore del progetto Digital Sport Innovation di Gewiss, Marco Ceudek, il presidente della Federazione Italiana Tennistavolo, Renato Di Napoli, e il direttore tecnico delle Nazionali femminili e giovanili, Matteo Quarantelli.

Sono anche intervenuti Stefano Tombesi, consigliere nazionale della FITArco, Andrea Arena, presidente del Comitato Regionale della Fijlkam, Francesco Tiberi, delegato del Coni Provinciale, Alberto Tiberi, presidente del Circolo Scherma Terni, Nicola Astolfi, consigliere della Carit, per il Comune di Terni Andrea Zaccone, dirigente Ufficio Sport, Gianluigi Manini, della segreteria dell’assessore allo Sport, e Marcello Boccio, responsabile attività impiantistica sportiva, e per la FITeT i consiglieri federali Domenico Giordani e Sergio Pezzanera, il segretario generale Giuseppe Marino, il presidente del Comitato Regionale John Ippoliti e il presidente e la vicepresidente del TT Campomaggiore Terni Zefferino Mancini e Vittoria De Cesare.

Non mancavano naturalmente lo staff tecnico nazionale, e in rappresentanza degli atleti, la campionessa azzurra Chiara Colantoni.

Proietti “Questa per la nostra città e per lo sport – spiega l’assessore Proietti – è una giornata molto importante e ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo. Lo sport è fondamentale soprattutto per Terni, che è una città giovane e industrializzata. Attraverso lo sport dobbiamo puntare alla promozione del nostro territorio. In Regione la città che ha maggiormente bisogno di sport e di turismo è proprio Terni e ben vengano iniziative come questa. Siamo felici per le manifestazioni pongistiche che già oggi arrivano qui da noi e che saranno organizzate in numero anche maggiore in futuro. Lavoriamo in team per rendere la burocrazia esistente il più agile possibile e c’impegniamo sempre di più tutti i giorni per riuscirci”.

Di Napoli Ha poi preso la parola il presidente Di Napoli: “Ognuno di noi nella vita ha dei sogni e per me oggi se ne realizza uno che avevo da tempo. Provo la stessa emozione che ho sentito il giorno che sono diventato presidente. Con l’assessore Proietti è nato subito un feeling particolare. Grazie a lei e ai suoi collaboratori è potuto nascere in tempi ragionevoli questo gioiellino. Di strutture del genere a livello mondiale non ne esistono molte. Questo Centro ci permetterà di avere un rapporto preferenziale con la Federazione Internazionale. Avremo qui la possibilità d’interagire con le altre Federazioni e le società del territorio potranno praticare sport tutti i giorni. Lo Stato c’impone di curare l’attività di base e con una struttura come questa potremo farlo in modo ancora maggiore. Avremo ospiti le società e i Comitati Regionali e organizzeremo i corsi di formazione per arbitri, tecnici e dirigenti. Sarà insomma questa la “Casa del Tennistavolo” e sarà anche la prima “Scuola del Tennistavolo” di altre 200, che saranno disseminate lungo tutta l’Italia. Un progetto ambizioso, che potrà incrementare ulteriormente i nostri numeri sul territorio”.

Finalità Marco Ceudek ha poi spiegato i contenuti e le finalità del progetto Digital Sport Innovation di Gewiss, azienda che è diventata sponsor e partner della FITeT:”Il progetto nasce dall’idea di mettere nelle condizioni migliori le Federazioni, i Comuni e le amministrazioni che vogliano riqualificare le infrastrutture sportive. Il loro stato non gode di buona salute e il nostro impegno quotidiano è un supporto a 360° gradi per efficientare e rendere fruibili gli impianti, dotandoli di tecnologie a risparmio energetico e di maggiore sicurezza per gli utenti, dai praticanti di base agli agonisti. La filiera dei nostri partner ci permette di coprire tutte le esigenze del mondo dello sport. Con il presidente Di Napoli abbiamo disegnato un percorso di efficientamento delle infrastrutture e dunque mi auguro che questo di Terni sia il primo di una serie d’interventi. È anche la dimostrazione che, quando c’è una buona squadra alle spalle, si riescono a ottenere i risultati”.

Tiberi. L’intervento successivo è toccato a Francesco Tiberi, delegato del Coni provinciale: «Questa di Terni è sicuramente un’eccellenza italiana ed europea. Ringrazio dunque la FITeT, il Comune e la Fondazione Carit, perché consentono allo sport di svolgere la sua fondamentale funzione sociale».

Quarantelli. Per il direttore tecnico Quarantelli  “questo impianto nasce con una vocazione allo sport di alto livello e la Federazione Internazionale fin da subito ha colto l’occasione. Fra pochi giorni ospiteremo infatti i migliori atleti Under 18 di tutto il globo per uno stage. In realtà qui a Terni partiamo però non dal vertice, ma dalla base. Questa struttura diventa il cuore pulsante del percorso che vedrà nascere 200 scuole di tennistavolo in tutta Italia e dunque riparte con l’intendimento di trasferire competenze e organizzazione e un certo modo di operare che saranno utili in molte altre realtà del nostro Paese. Non è un caso che il PalaTennistavolo sia intitolato ad Aldo De Santis, che è stato, e oggi è presente con noi sua moglie Maria Vittoria De Cesare, un grande educatore, che ha pensato allo sport sociale prima ancora che tutti ritenessimo che fosse una cosa importante. Assieme a Zefferino Mancini e ad altri valenti ternani, tutti i giorni si occupava di giovani, a scuola prima e in palestra poi. Sono gli ispiratori di ciò che oggi dobbiamo tornare a fare”.

La foresteria comprende una palestra per attività di allenamento e/o competizione per complessivi 500 mq e fino a 10 aree di gioco, dotata d’illuminazione a led Gewiss, una sala attrezzi (pesi) e ginnastica posturale, una sala riunioni, per ospitare eventi fino a 40 persone, uffici (presidenza, reception, tecnici), una sala mensa, con disponibilità fino a 60 coperti, e 20 camere di varie dimensioni, che potranno alloggiare fino a 48 persone.

Va ad aggiungersi al PalaTennistavolo, avente una superficie di 1.200 mq, per ospitare fino a 24 aree di gioco, e alla seconda palestra di 600 mq e 12 aree di gioco.

Il primo appuntamento organizzato nell’impianto sarà, a inizio marzo, lo stage dell’International Table Tennis Federation, diretto da Massimo Costantini, High Performance Manager dell’Ittf, che precederà l’Italy Junior & Cadet Open di Lignano Sabbiadoro.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere