CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, torna la festa del Preziosissimo Sangue: sei giorni fra storia e Fede

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, torna la festa del Preziosissimo Sangue: sei giorni fra storia e Fede

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Una festa che ritorna, per il secondo anno consecutivo, per la riscoperta di una antica reliquia, quella del Preziosissimo Sangue di Cristo. Si tratta di alcune gocce del sangue di Cristo, contenute in una ampolla e inserite nella croce corporale appartenuta al Cardinale Rapaccioli, già vescovo di Terni nel seicento e da lui donata alla Cattedrale.

Storia e Fede si intrecciano in questa ricorrenza, che è stata presentata in Diocesi oltrechè dal vescovo, anche dal vicesindaco Andrea Giuli, dal presidente della Provincia Giampiero Lattanzi, dallo storico e filosofo Domenico Cialfi e dal parroco del Duomo don Alessandro Rossini, che insieme al responsabile dell’ufficio beni culturali della Diocesi don Claudio Bosi ha curato gli eventi.

Conferme. Sei giorni di appuntamenti (dal 14 al 16 e dal 21 al 23 settembre), che quest’anno si arricchiranno anche di un convegno che illustrerà alcuni studi storici che avvicinano sempre di più alla prova della autenticità della reliquia: “A quanto sembra – dice il vescovo monsignor Giuseppe Piemontese – pare che carte ci fossero in questo senso nel medioevo e il cardinale Rapaccioli ne fosse in possesso, ma non sono giunte sino a noi. Egli però ebbe una prova indiretta della sua autenticità quando si presentò con la reliquia davanti a quello che poi sarebbe diventato San Giuseppe da Copertino, nel suo periodo assisano e questi si inginocchio davanti ad essa”.

Tradizione e turismo. Se il presidente della provincia Giampiero Lattanzi ha affermato che “Si tratta di un evento molto strutturato che permetterà a Terni anche un afflusso turistico e questo rende l’evento ancora più importante”, il vicesindaco Giuli ha spiegato come “il rapporto del Comune con la Curia sarà ancora più forte e questa festa ci aiuta a riscoprire l’identità del nostro popolo, è una festa della tradizione orale e cittadina che intendiamo valorizzare”.

Mogol. Con l’occasione, è stato presentato anche l’evento di venerdì 21 che vedrà la presenza del noto poeta e paroliere Mogol, il quale insieme alla sua band presenterà in anteprima nazionale la canzone  L’Ave Maria Bella.

Il programma completo. Mercoledì 19, giovedì 20 e venerdì 21 settembre l’esposizione della reliquia del Preziosissimo Sangue dalle 16 alle 18 e celebrazione comunitaria della penitenza. Sabato 22 settembre, alle ore 18.30 e Domenica 23 settembre, festa liturgica del Preziosissimo Sangue e della parrocchia, alle ore 17.30 l’appuntamento è con tutti i parrocchiani e particolarmente con i bambini e i ragazzi per la solenne concelebrazione eucaristica e benedizione del vescovo Giuseppe Piemontese.

 Numerosi anche gli eventi e convegni in programma

venerdì 14 settembre alle ore 18.00 “La reliquia del Preziosissimo Sangue – Spiritualità, arte e storia, nella Cattedrale di Terni” a cura dell’associazione Tempus Vitae, coordina Nuccio Fava, giornalista. Presenti lo storico Domenico Cialfi, l’ingegner Paolo Angeletti, Ileana Tozzi, direttrice del museo diocesano di Rieti, don Alessandro Rossini e don Michelangelo Colagiovanni, dei padri Missionari del preziosissimo sangue di San Gaspare del Bufalo. Alle ore 21 in piazza Duomo il musical “Mary Poppins” del gruppo teatrale Asd Beautiful Act

Sabato 15 settembre alle ore 10 al Museo diocesano convegno “Il dono del sangue nel segno di Gesù per la salute integrale dell’uomo” a cura dell’Avis di Terni.   Coordina la preofessoressa Cristina Montesi.  Ore 16.30 visita guidata presso la Cattedrale, la Cripta e il Museo Diocesano e capitolare di Terni ore 21.00 in piazza Duomo “Danza in Duomo” esibizione scuole di danza

Venerdì 21 settembre alle ore ore 21 “L’emozione non ha voce” serata con Mogol e la sua band con l’anteprima nazionale della canzone “L’Ave Maria bella” testo di Mogol

Sabato 22 settembre ore 16.30 visita guidata presso Palazzo Bianchini, lapidi e le edicole votive intorno alla zona Duomo ore 21.00: “La nostra reliquia” rievocazione storica tra passato e presente con la partecipazione del Gruppo Sbandieratori San Gemini e il quadro della peste Pro loco Ferentillo.
Durante la festa saranno raccolte offerte a favore della festa della reliquia e della Casa del Bambino.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere