Pieno apprezzamento

Il taglio del nastro è stato dato dalla presidente della Provincia Laura Pernazza, dall’assessore regionale alla Scuola Paola Agabiti e dal direttore dell’Ufficio scolastico regionale Sergio Repetto, alla presenza del Prefetto Giovanni Bruno, di tutte le più importanti autorità civili e militari, dei sindaci del territorio, delle direzioni scolastiche, dei sindacati e di numerosi docenti. “Quello di oggi è un grande risultato, frutto di una profonda collaborazione tra Provincia, Regione e Ufficio scolastico e che ha registrato un pieno apprezzamento da parte delle direzioni scolastiche e di tutto il mondo della scuola – ha dichiarato la presidente Pernazza -. I nuovi uffici trovano sede in una parte di Palazzo Bazzani che la Provincia dopo la riforma Delrio non era più in grado di utilizzare per via della diminuzione di personale e funzioni. È una soluzione molto importante che – ha concluso – va a favore delle scuole e delle famiglie perché è una sede più moderna, più sicura e più facilmente fruibile”.

La collaborazione

“La Regione ha condiviso e sostenuto pienamente questa operazione perché crede fermamente che, nel quadro delle politiche scolastiche regionali, la nuova sede del Provveditorato di Terni sia un importante segnale di collaborazione fra le istituzioni – ha detto l’assessore regionale Agabiti -. Una collaborazione che va a vantaggio della scuola in generale e dei circa 27 mila studenti del territorio. L’impegno di oggi è per il presente ma anche per il futuro per avere servizi scolastici sempre più moderni ed efficienti”. Un grazie alla Provincia e alla presidente Pernazza lo ha rivolto il Direttore Repetto che ha sottolineato la qualità dell’intervento e i tempi brevi per la realizzazione della nuova sede “bella – ha sottolineato – ricavata in un palazzo storico e improntata a modernità ed efficienza”.