CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, taglio degli alberi di Santa Maria Maddalena, Braghiroli: “Si rischia la frana”

Cronaca e Attualità Terni

Terni, taglio degli alberi di Santa Maria Maddalena, Braghiroli: “Si rischia la frana”

Emanuele Lombardini
Condividi

La scarpata di Santa Maria Maddalena

TERNI– Torna a far discutere la vicenda di Strada di Santa Maria Maddalena. Dieci anni di incompiute nella zona attorno all’ospedale per sbloccare le quali si è formato anche un comitato civico. Ma adesso la situazione rischia nuovamente di precipitare, nonostante nei prossimi giorni sia stata finalmente riconvocata sul tema anche la riunione della I Commissione Consiliare (slittata di una settimana per via di altre questioni ritenute maggiormente prioritarie) presieduta da Faliero Chiappini (Pd).  E’ stata infatti chiesta la proroga della precedente ordinanza di chiusura del traffico e molto probabilmente da lunedì  sarà completato  il taglio degli alberi sovrastanti la scarpata.

Patrizia Braghiroli

Patrizia Braghiroli del M5S

Una situazione, quella dell’abbattimento della grande quercia che aveva già sollevato più di qualche malumore. Il motivo è molto semplice: le radici della quercia sono sin qui il solo “antidoto” al rischio frane, sempre possibile nella stagione delle piogge. Sulla vicenda interviene Patrizia Braghiroli, consigliera comunale del Movimento Cinque Stelle: “Già più volte che nelle giornate di grande pioggia il fango scende sulla strada rendendola impraticabile e di fatto provocando una frana – dice la Braghiroli – Come è possibile che non si capisca come questo taglio sta creando una situazione di estremo pericolo, anche considerando che a ridosso della scarpata ci sono abitazioni mono e bifamiliari di recentissima costruzione?”

LEGGI ANCHE: “L’ETERNO CANTIERE DI SANTA MARIA MADDALENA”

La Braghiroli incalza il Comune: “Chi di dovere si è accorto della pericolosità della nuova situazione? E’ stato previsto un consolidamento della scarpata, con interventi di ingegneria naturalistica, per esempio gradoni o materiale sintetico rinverdito? E’ stata prevista la la ripiantumazione del verde? Che cosa dovranno aspettare di trovarsi sulla strada ogni volta che tornano a casa la sera, forse la strada bloccata, con tutte le conseguenze che ne derivano?”. L’esponente pentastellata torna poi sui lavori di realizzazione della bretella, fermi da 10 anni: “Quanto ancora dovranno aspettare i cittadini di questo quartiere che pagano le tasse come tutti per avere la viabilità promessa? Serve una programmazione seria: basta interventi tampone, basta soldi pubblici spesi per sistemare ciò che il Comune stesso ha creato con i suoi errori”. Poi conclude: “Non esiteremo a ritenere la amministrazione responsabile dei danni  eventualmente causati da questo taglio improprio . La prossima settimana saremo sul posto a vigilare e controllare”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere