CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, stroncato da una malattia il giudice ‘verde’ Santoloci: cordoglio e commozione

Cronaca e Attualità Terni

Terni, stroncato da una malattia il giudice ‘verde’ Santoloci: cordoglio e commozione

Andrea Giuli
Condividi

Maurizio Santoloci

TERNI – È morto la notte dell’Epifania, a Terni, il giudice Maurizio Santoloci, dopo una malattia contro la quale combatteva da tempo. Magistrato della Cassazione e Giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Terni, è stato un magistrato particolarmente attivo nelle materie ambientali, membro della commissione ministeriale per la revisione del Testo unico ambientale e consulente giuridico di diversi ministri dell’Ambiente per le azioni di contrasto alla criminalità organizzata in materia ambientale.

Santoloci, romano, 60 anni, ha iniziato la sua carriera come pretore in Sardegna e poi ad Amelia. Ha svolto anche le funzionidi giudice monocratico a Terni. Tante le sue sentenze in materia ambientale che hanno fatto giurisprudenza.  Negli ultimi anni è stato protagonista di molte inchieste importanti a Terni: inceneritore di Terni, polveri di Prisciano, ‘Acciaio sporco’, l’omicidio di David Raggi, gli affari della Diocesi ternana. E non solo. Magistrato apprezzatissimo per la sua serietà e rigore, lascia certamente un vuoto importante nell’amministrazione giudiziaria della città dell’acciaio. I funerali di Santoloci si svolgeranno lunedì 9 gennaio, alle ore 15, presso la chiesa di Sant’Antonio a Terni.

Il cordoglio dei Verdi Italiani Uno dei leader nazionale dei Verdi, l’ex parlamentare Angelo Bonelli, ricorda il magistrato in una nota: “La prematura scomparsa di Maurizio Santoloci e’ una grave perdita per la giustizia del nostro paese e per tutti quei cittadini che hannoa cuore la difesa dell’ambiente, della salute e dei diritti degli animali. Santoloci e’ stato un magistrato che ha dedicato non solo la sua attivita’ professionale, ma tutta la sua vita alla difesa dei beni ambientali e del mondo animale dall’assalto della criminalita’ piu’ meno organizzata e da un altro tipo di criminalita’ che lui definiva fatta per condivisione sociale che disapplica le leggi di tutela ambientale. Il suo impegno civico per difendere l’Italia lo porto’ a dare vita alla testata ‘Diritto all’Ambiente’. I Verdi Italiani lo ricordano come una persona di profonda umanita’, sensibilita’ e disponibilita’ e porgono le loro condoglianze alla famiglia”.

Le parole del sindaco Di Girolamo  Un breve messaggio di ricordo e di condoglianze per Santoloci lo ha voluto scrivere anche il sindaco di Terni, Di Girolamo, sul proprio profilo di FB, sottolineando “l’uomo dedito al lavoro, la persona di spessore, spesso a difesa della città”.

I pentastellati ternani “Il gruppo consiliare del M5S Terni – si legge in una nota – intende esprimere profondo cordoglio per la scomparsa del giudice Maurizio Santoloci. Un’enorme perdita per la nostra comunità e per la giustizia italiana. Una persona che attraverso la sua attività lascia un’eredità culturale enorme a tutti noi ternani che dovremo essere estremamente attenti a non dilapidare quel vento di verità che, grazie al suo lavoro, è iniziato a spirare sulla città, in particolare sulle aree in forte sofferenza ambientale e sanitaria, al di là dei suoi riconosciuti lavori di approfondimento accademico e dottrinale in ambito nazionale e internazionale”.

Il Comune di Amelia “L’amministrazione comunale di Amelia – si legge in una nota firmata dal sindaco Laura Pernazza – è particolarmente vicina alla famiglia Santoloci per la prematura scomparsa del nostro concittadino, dottor Maurizio Santoloci, già pretore di Amelia, magistrato di Cassazione con funzione di giudice per le indagini preliminari a Terni, una vita spesa in difesa dell’ambiente e della biodiversità. La Nazione tutta perde un uomo appassionato, di grande valore, di profonda umanità e disponibilità”.

Il Comune di Narni “Cordoglio e vicinanza a famigliari e colleghi, a nome dell’amministrazione comunale e di tutti i sindaci dell’Umbria – scrive il sindaco di Narni Francesco de Rebotti – anche come presidente Anci Umbria, per la morte del magistrato Maurizio Santoloci. La sua scomparsa è una perdita per tutti e rende più povera la nostra comunità. Santoloci era un punto di riferimento qualificato e autorevole per l’amministrazione della giustizia e per i molti settori nei quali si era distinto e impegnato in tutti questi anni, a cominciare dalla difesa dell’ambiente”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo