CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, stangati tabaccai ‘infedeli’: sigarette ai minori

Cronaca e Attualità Terni

Terni, stangati tabaccai ‘infedeli’: sigarette ai minori

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Ancora tabaccai ‘distratti’ o furbastri.

Controlli e luoghi sensibili Sorpresi a vendere sigarette a dei minori, due tabaccai sono stati infatti verbalizzati dalle Fiamme Gialle ternane. Sono questi i primi esiti di un’intensificazione dell’azione di prevenzione e controllo, disposta dal Comando Regionale Umbria, nell’intento di tutelare le “fasce deboli” e, in particolare, i minori. Come già avvenuto nei giorni scorsi nel territorio perugino, pattuglie in borghese di finanzieri hanno rivolto la loro attenzione verso gli esercizi di tabaccheria dislocati in prossimità di plessi scolastici e nelle immediate vicinanze dei luoghi di maggiore aggregazione giovanile della città.

Pizzicati minori ed esercenti Nel corso dei controlli, le pattuglie hanno così notato alcuni ragazzi che entravano all’interno delle tabaccherie per acquistare un pacchetto. Fermati a pochi passi dai negozi, si è avuta la conferma della loro minore età. Le Fiamme Gialle hanno accertato che gli esercenti, noncuranti del divieto imposto dalla legge, avevano venduto sigarette a minorenni violando l’obbligo, in caso di dubbio sulla maggiore età dell’acquirente, di richiedere l’esibizione di un documento d’identità.

Multe salate Una “disattenzione” che è costata cara ai negozianti: infatti, le attuali normative, in vigore dal 2016, prevedono l’applicazione di una sanzione amministrativa che varia dai 500 ai 3 mila euro, nonché la sospensione della licenza commerciale per 15 giorni. In caso di recidiva, oltre al rischio di vedersi aumentata la multa fino a 8 mila euro, può essere disposta, da parte dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, la revoca della licenza.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere