CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, sopralluogo a Cardeto per i lavori: parti distanti e fumata nera

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, sopralluogo a Cardeto per i lavori: parti distanti e fumata nera

Redazione
Condividi

TERNI – La questione del Parco di Cardeto e dei lavori fermi da tempo, con l’area ormai chiusa da 4 anni torna alla ribalta. Stamattina la Prima commissione consiliare presieduta da Faliero Chiappini ha svolto il sopralluogo insieme ai rappresentanti del comitato civico e poi si è discusso a Palazzo Spada.

LEGGI ANCHE: CARDETO, AUT AUT DEL COMITATO

Stallo. Fumata nera, parti distanti e scontro frontale: la sensazione è che non sarà così facile procedere alla riapertura del parco in tempi brevi. Comune e società concessionaria sono infatti rimaste ciascuna sulle proprie posizioni. Il concessionario ha chiesto una modifica del progetto sul fronte degli accessi e della viabilità, oltre ad un intervento per curare le piante malate. Federico Nannurelli, responsabile del Rup, l’ufficio che sta lavorando al progetto, dice no: è necessario procedere quanto prima alla ripresa dei lavori sulla base del progetto esistente che non può essere variato: secondo l’Anac infatti sussistono criticità sulla procedura primaria che con una variante potrebbero risultare aggirate.

Il comitato, presente a sopralluogo e seduta della commissione con Sandro Citarei, chiede invece una mediazione e una via che consenta una rapida ripartenza, ma avverte:  “I costi sono più che raddoppiati e il comune non è intervenuto, se non  sarà autorizzata la modifica, ci fermeremo”. Appuntamento alla prossima settimana, alla presenza anche dell’assessore Bucari che dovrà chiarire la posizione del Comune.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere