CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, sequestrato dai Carabinieri mezzo chilo di hashish. Due arresti

Cronaca e Attualità

Terni, sequestrato dai Carabinieri mezzo chilo di hashish. Due arresti

Alessandro Minestrini
Condividi

TERNI – Continuano i controlli su strada effettuati dai Carabinieri in tutta la provincia. L’impiego per la vigilanza lungo le maggiori strade di comunicazione della giurisdizione di un dispositivo combinato composto da equipaggi in divisa ed in borghese ha permesso nel pomeriggio di ieri agli uomini dell’Arma di sorprendere ed arrestare una coppia di marocchini che sul Rato si apprestavano al passaggio di mano di mezzo chilo di hashish. Continua quindi senza sosta la rete dei controlli dei Carabinieri grazie ai quali, come esattamente un mese fa quando erano stati bloccati 4 chili dello stesso stupefacente, è stato intercettato l’ennesimo corriere della droga.

Un equipaggio in borghese del Nucleo Investigativo di Terni, nel perlustrare il Rato notava due macchine sospette ferme in una piazzola di sosta. Quando i militari si qualificavano ai due conducenti, un 37enne ed un 27enne entrambi marocchini, il più giovane, un operaio residente a Terni, ingranava la marcia e, urtando un militare, si dava a precipitosa fuga. Mentre il 37enne veniva subito bloccato, il veicolo fuggitivo veniva intercettato e fermato poco più avanti da una volante del Nucleo Radiomobile che svolgeva lo stesso servizio di perlustrazione lungo l’arteria in questione. La successiva perquisizione accurata delle due autovetture faceva saltare fuori dal mezzo del 37enne, un barbiere residente nella capitale, 5 panetti da 100 grammi di hashish, tutti contraddistinti da una “a” e ben nascosti in una nicchia ricavata nel vano motore, e da quella del fuggiasco oltre 1.000 euro in contanti. Il sequestro nei confronti dei due soggetti fa presupporre che fra i due si stesse per perfezionare uno scambio stupefacente / denaro stroncato sul nascere dal tempestivo intervento dei militari. La coppia di stranieri veniva pertanto arrestata, il 37enne per detenzione ai fini di spaccio ed il 27enne per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, ed entrambi hanno passato la notte nelle camere di sicurezza di questo Comando in attesa della direttissima odierna.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere