CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, rimpasto, Latini a Fiorini: “Riunione di maggioranza dopo ferragosto”

Terni Politica Extra

Terni, rimpasto, Latini a Fiorini: “Riunione di maggioranza dopo ferragosto”

Redazione politica
Condividi
Il sindaco Latini
Il sindaco Latini

TERNI – Il sindaco Leonardo Latini risponde alle sollecitazioni di Emanuele Fiorini, consigliere comunale ex leghista, che da ieri sta occupando l’aula di Palazzo Spada in protesta contro le scelte e le modalità del rimpasto attuata dal primo cittadino: la riunione di maggioranza richiesta ci sarà.

“Nella settimana successiva – si legge in una nota – a quella di Ferragosto il sindaco Leonardo Latini chiederà una riunione di maggioranza, alla quale saranno invitati a partecipare tutti i gruppi consiliari e i consiglieri che sostengono l’attuale amministrazione. “L’obiettivo – dice il sindaco Latini – è quello di rilanciare insieme l’azione politico-amministrativa, raccogliendo indirizzi, stimoli, suggerimenti dalla maggioranza che fin qui ci ha sostenuto e che ringrazio per l’apporto che ci ha fornito in moltissime circostanze, da ultimo nella complessa vicenda dell’approvazione degli atti programmatori riguardanti il bilancio. Proprio da quella coesione e da quel sostegno siamo pronti a ripartire per tutte le incombenze, gli impegni e i progetti che ci attendono per questo scorcio d’estate e per il prossimo autunno”.

Lega: triste occupazione. Il gruppo consiliare della Lega risponde a sua volta al gesto di Fiorini: “Che tristezza vedere il consigliere comunale del Gruppo Misto, Emanuele Fiorini, ridursi ad occupare il Consiglio comunale solo per questioni che riguardano poltrone e giochi di potere. Dovrebbe ben sapere Fiorini che i problemi della città ereditati dalle passate Amministrazioni sono molteplici e forse sarebbe stato più corretto da parte sua esporsi fino a questo punto per i cittadini e non per mere questioni personali o per avere uno scampolo di visibilità. Forse Fiorini, sempre così saccente, ignora che è nei pieni poteri del sindaco revocare e assegnare deleghe che riguardano gli assessori. Quindi la sua pittoresca messa in scena non solo non ha alcun senso dal punto di vista politico-istituzionale ma produce anche un danno ai cittadini ternani. Infatti la sua occupazione solitaria del Consiglio comunale costringe mezzi e risorse della Polizia Municipale, che in questi giorni di ferragosto e di alta concentrazione turistica,  dovrebbero essere impiegati altrove. Per esempio alla Cascata delle Marmore per gestire i visitatori che stanno arrivando da ogni parte d’Italia. Sarebbe dunque meglio che Fiorini ponesse fine a questa farsa che sa solo di ripicca personale e si concentrasse, insieme a tutta la maggioranza e al Sindaco – nel rispetto del mandato elettorale assegnatogli dai cittadini – a lavorare in maniera coesa in un momento di forte difficoltà per la città che necessita ancora oggi di un impegno comune per uscire da questa difficile situazione”.