CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, ‘Rapporto sull’economia’: molte debolezze e timidi segnali positivi

Economia ed Imprese Terni

Terni, ‘Rapporto sull’economia’: molte debolezze e timidi segnali positivi

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Come spesso accade, luci ed ombre. Ma forse, in questo caso, più ombre che luci.

Il rapporto 2016 A scorrere le circa 25 pagine del nuovo rapporto, aggiornato al 30 giugno 2016, dell’Osservatorio provinciale dell’economia, istituito presso la Prefettura di Terni, nel primo semestre dello scorso anno l’andamento dell’economia ternana ha visto consolidare i segnali della moderata ripresa che si era cominciata a manifestare alla fine del 2015, ma che, tuttavia, risulta ancora debole e caratterizzata da segnali contrastanti. Lo studio in questione è realizzato da Istat, Regione Umbria, Camera di commercio, Inps e Direzione territoriale del lavoro, con il contributo informativo della Banca d’Italia.

LEGGI IL RAPPORTO INTEGRALE

Imprese attive Nei primi due trimestri del 2016, si legge nella nota accompagnatoria della stessa Prefettura, è aumentato il numero delle imprese attive iscritte nei registri camerali, anche se in misura molto contenuta. Come in passato, la crescita delle attività imprenditoriali interessa il settore dei servizi, mentre sono ancora in calo le unità produttive della manifattura e delle costruzioni.

Commercio estero e occupazione in crisi Nel commercio con l’estero, il primo semestre del 2016 segna una lieve ripresa delle esportazioni ed una sensibile diminuzione delle importazioni. Il mercato del lavoro è la componente del tessuto economico che mostra i segnali più incerti, con una decrescita delle forze di lavoro – che riguarda sia gli occupati sia le persone in cerca di occupazione – e un aumento degli inattivi. L’andamento negativo dell’occupazione trova conferma nella flessione degli avviamenti attivati presso i Centri per l’impiego che interessa sia i lavoratori italiani sia, in misura maggiore, quelli stranieri.

Ammortizzatori sociali Diminuiscono le ore di cassa integrazione guadagni autorizzate, soprattutto per quanto concerne la cassa in deroga, ma anche, in forma minore, per quelle attinenti alla cassa straordinaria.

Accesso al credito Con riferimento al credito, continuano a crescere i finanziamenti a favore delle imprese e delle famiglie. La qualità del credito è in miglioramento, considerata la riduzione delle esposizioni passate in sofferenza, ed anche il numero dei protesti è diminuito, sia come consistenza che come valore.

Turismo Indicazioni positive, secondo i dati, anche dal settore turistico, caratterizzato da una ripresa degli arrivi e delle presenze negli esercizi ricettivi, soprattutto dei clienti italiani.

“Questi – aggiunge la nota prefettizia – alcuni degli indicatori evidenziati dalla pubblicazione predisposta per fornire alle amministrazioni locali un agile strumento informativo sull’andamento dell’economia provinciale e integrare i dati prodotti da altri enti ed amministrazioni operanti sul territorio. Il documento, che si propone anche come esempio di una significativa collaborazione interistituzionale che aggiunge valore alle singole statistiche di ciascun ente, inserendole in una cornice più organica e completa, sarà disponibile on line sui siti di tutti gli enti e le amministrazioni che partecipano all’Osservatorio”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere