CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, presentato il volume completo su Giulio Briccialdi: un asteroide porta il suo nome

Cronaca e Attualità Terni Cultura e Spettacolo

Terni, presentato il volume completo su Giulio Briccialdi: un asteroide porta il suo nome

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – A duecento anni esatti dalla nascita di Giulio Briccialdi, era il 2 marzo 1818 e su Terni pioveva come il 2 marzo di oggi, due secoli dopo, in Fondazione Carit è stato presentato il volume dedicato alla vita e all’opera di Giulio Briccialdi, scritto dal flautista Gian Luca Petrucci, “Giulio Briccialdi, il principe dei flautisti”.

Il volume di Petrucci Il libro (per i tipi di Zecchini editore), la cui pubblicazione è stata finanziata (come la prima del 2001) dalla stessa Fondazione Carit, si configura, in questa edizione aggiornata del 2018, come la prima opera biografica al mondo dedicata ad un flautista in cui, oltre alla biografia del personaggio, si possono consultare, in un catalogo tematico, gli incipit musicali di tutta l’opera briccialdiana.

I presenti Sala gremita, dunque, alla presenza, oltre che dello stesso autore, di tanti appassionati, dei rappresentanti dell’associazione “Amici del Briccialdi”, del presidente della Fondazione Carit, Luigi Carlini che ha introdotto l’incontro, del commissario straordinario del Comune di Terni, Antonino Cufalo, del presidente dell’Istituto musicale Briccialdi, Letizia Pellegrini e del direttore del medesimo istituto, Marco Gatti che ha portato un breve saluto alla platea.

Il biografo, il personaggio Briccialdi Una presentazione appassionata e colta quella di Petrucci che ha tracciato, utilizzando come filo conduttore lo stesso libro, la sfaccettata personalità del musicista ternano, definito dalla critica del tempo come “il primo dei flautisti viventi”, la sua precocità talentuosa, il suo virtuosismo, i suoi incarichi presso la corte dei Borboni, la serie di prestigiosi concerti in Europa, la sua perizia tecnica che lo portò a modificare il famoso flauto del tedesco Bohm, poi utilizzato in tutto il mondo, gli incontri con i più importanti musicisti dell’epoca, Donizetti tra gli atri. Una vita tra alti e bassi, tra genio e sregolatezza, quella di Briccialdi al cui nome è stato dedicato anche un asteroide da un gruppo di astrofili di Stroncone, con tutti i riconoscimenti ufficiali del caso. Petrucci ha quindi concluso la presentazione del suo libro eseguendo al flauto una “elegia” del grande musicista, strumentista, compositore e direttore d’orchestra ternano.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere