CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, premio letterario ‘La clessidra’: vincono Vicaretti, Brasili e Marenco

Eventi Terni Cultura e Spettacolo Extra

Terni, premio letterario ‘La clessidra’: vincono Vicaretti, Brasili e Marenco

Redazione cultura
Condividi

TERNI – “Non potevamo aspettarci di meglio” così, all’unanimità, si sono espressi gli organizzatori del Premio Letterario La Clessidra, che dopo alcuni anni di fermo, è tornato a far parlare di sé. Il premio, nato a Terni nel 2007 da una  idea di Egidio Lisci, giornalista, si è svolto per sette edizioni ,che sono state un successo in crescita, fino al 2013.

Il patron del premio, Egidio Lisci, dopo alcuni anni, durante i quali ha dovuto abbandonare l’iniziativa per questioni di salute, non ha mai smesso di coltivare il desiderio che venisse prima o poi ripresa e rilanciata. Finalmente nel 2017 tale desiderio si è concretizzato e, con l’aiuto dell’associazione culturale Polvere di Stelle di Terni diretta da Morena Sacco, del regista e attore Marco Belocchi e della scrittrice e artista Maria Letizia Avato, suoi affezionati e stimati amici, il premio La Clessidra è stato rilanciato.

Con questa nuova edizione, l’ottava, sono state introdotte alcune novità come ad esempio l’inserimento della sezione dedicata al teatro e, per quanto riguarda la poesia, la possibilità di partecipare con una silloge composta da 10 testi poetici. L’adesione al concorso è stata molto ampia in termini di tematiche proposte, provenienza geografica, età degli autori e numero degli stessi.

Un’attenta e competente giuria, formata da nove membri, tre per ogni sezione in concorso (poesia, prosa e teatro) ha completato alla fine di luglio il suo lavoro e, dalle valutazioni espresse, si è giunti ad avere un parterre di 30 finalisti e una quarantina di segnalati, che sono stati premiati e doverosamente menzionati nel corso della cerimonia di premiazione tenutasi il pomeriggio di sabato 22 Settembre presso la sala congressi dell’Hotel Valentino di Terni.

 La  cerimonia, presentata da Anna Fattori, si è svolta non solo a compimento di un premio letterario ma ha voluto rappresentare anche la celebrazione di un’iniziativa culturale in senso più ampio di cui la nostra città non può che esserne orgogliosa e fiera.

Presenti alla cerimonia anche alcuni rappresentanti delle autorità cittadine quali l’assessore alla cultura e vicesindaco Andrea Giuli, l’assessore al welfare e alle politiche sociali Marco Celestino Cecconi.

I vincitori del primo premio delle tre sezioni:

  • per la poesia Umberto Vicaretti  con la silloge “Aylan e altri calvari”
  • per la prosa Luigi Brasili con il racconto “L’alba che verrà”
  • per il teatro Adriano Marenco con l’opera “Sotto questo crollo”

Questi i giurati:

Poesia: Maussia Fantoli poeta e scrittrice, Marialuisa Astorri operatrice culturale, Francesco De Girolamo poeta, scrittore e critico letterario. Prosa: Livia Langiano italianista e autore di saggi, Giorgio Patrizi professore di lettere presso La Sapienza di Roma e saggista, Ivano Mugnaini romanziere e critico letterario. Teatro: Susanna Battisti anglista e critico teatrale, Maurizio Castè attore e regista, Stefano D’Angelo drammaturgo, scrittore e poeta.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere