CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Cda Asm Terni, il sindaco sa chi scegliere ma avverte: “Prima lo statuto”

Terni Politica

Cda Asm Terni, il sindaco sa chi scegliere ma avverte: “Prima lo statuto”

Andrea Giuli
Condividi

La sede di Asm a Terni

TERNI – Non sappiamo con precisione se il sindaco di Terni, Di Girolamo, abbia già scelto i nomi dei prossimi tre componenti del cda di Asm; se abbia selezionato almeno una rosa ristretta nella quale individuare il terzetto più adeguato.

Curriculum analizzati Sappiamo però che il primo cittadino (forse anche a seguito delle recenti e cortesi sollecitazioni del presidente aziendale uscente, Ottone) è pronto per scegliere tra i 35 candidati che si sono offerti, rispondendo all’avviso pubblico emanato dal Comune nelle settimane sorse. È lo stesso Di Girolamo a dirlo in un comunicato ufficiale: “Sono pronto a procedere alle nomine del Cda delll’Asm, ho letto con attenzione i curriculum pervenuti a seguito di avviso pubblico, ho riscontrato competenze, capacità gestionali elevate, professionalità di livello per continuare a dare quello sviluppo necessario a un’azienda pubblica che dovrà sempre più confrontarsi con il mercato, con le nuove sfide di una municipalizzata che vede nell’energia, nella gestione dei rifiuti, nell’idrico, la sua centralità, ma che non puoi sottrarsi alle nuove sfide tecnologiche, in una visione innovativa e avanzata dei servizi da fornire a una città e a un territorio che hanno necessità di confermare e sviluppare ad ogni livello la propria dimensione europea”.

Prima lo statuto Ma il sindaco puntualizza: “Come ho già avuto modo di dire, ritengo che ancora prima delle nomine, anche per consentire al rinnovato Cda una operatività ampia, nel pieno rispetto di quella autonomia gestionale che è dovuta dal punto di vista normativo, sia utile che il consiglio comunale proceda alle modifiche statutarie necessarie per un adeguamento alle novità introdotte dalla legge Madia e dall’Autorità delle energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Mi auguro che il Consiglio, nell’ambito delle sue prerogative politiche e amministrative, sciolga quanto prima questo nodo”.

Flop ante ferie Già il consiglio comunale. Quello stesso che nell’ultima seduta prima della pausa agostana ha visto subito mancare il numero legale necessario per la validità della seduta stessa. Punto all’ordine del giorno: la modifica dello statuto di Asm. Ecco, appunto.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere