CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, per Capodanno il Comune non cambia linea e vieta i botti

Cronaca e Attualità Terni

Terni, per Capodanno il Comune non cambia linea e vieta i botti

Redazione
Condividi
Capodanno a Terni
Capodanno a Terni

TERNI – Il Comune non cambia linea e così come lo scorso anno, il sindaco di Terni Leonardo Latini ha firmato l’ordinanza in occasione del Capodanno sul corretto uso dei fuochi d’artificio «con l’obiettivo di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini e la tutela degli animali».

Vietato Dalle 16 del 31 dicembre 2019 e fino alle 24 del primo gennaio 2020 “è vietato far esplodere fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili materiali pirotecnici in luoghi aperti al pubblico ed in vie, piazze e aree pubbliche ove transitino o siano presenti i soggetti più fragili e gli animali, con particolare riguardo alle aree a distanze inferiori a 200 metri da ospedali, cliniche, luoghi di ricovero e cura, canili, fatte salve particolari autorizzazioni ai sensi e per gli effetti delle norme vigenti”.

Le zone I materiali pirotecnici di libero commercio, oltre che nei luoghi privati nel rispetto delle prescrizioni, possono essere esplosi anche in zone isolate, ma comunque a debita distanza da soggetti fragili e dagli animali, evitando “tassativamente le zone affollate per la presenza di feste, riunioni o altri motivi e tutte le aree nelle quali l’esplosione del prodotto pirico potrebbe ingenerare incendi”. Nell’ordinanza viene anche sottolineata “l’importanza di acquistare i prodotti pirotecnici muniti della dicitura attestante la possibilità della commercializzazione al pubblico e della etichettatura prevista per legge, comunque esclusivamente presso rivenditori autorizzati e di non affidarli a minori, anche se non espressamente loro vietati, nonché di non raccogliere eventuali petardi, botti o altri prodotti pirotecnici inesplosi che dovessero essere rivenuti”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere