CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Pd su scuole comunali: “Accogliere altri bambini in deroga, laboratori utili”

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, Pd su scuole comunali: “Accogliere altri bambini in deroga, laboratori utili”

Redazione
Condividi

Una classe delle scuole elementari

TERNI – Sulla vicenda dei servizi educativi comunali interviene il gruppo consiliare del Partito Democratico che torna sulla vicenda dei laboratori pomeridiani gratuiti presso i servizi educativi promossi dal Comune: “Si tratta – scrivono dal Pd – di una esperienza positiva avviata già da diversi anni, quindi non nuova come invece segnalato da una nota stampa.-  e quindi anche in questa nuova consigliatura ne sosterremo la bontà. Le due strutture individuate per ospitare i laboratori, sono tra l’altro da sempre due eccellenze, il Cucciolo è stato inaugurato lo scorso anno nella nuova sede dopo i lavori di ammodernamento in una zona della città fortemente popolata, l’altra ovvero l’Aula verde che identifica una splendida realtà didattica ed educativa su problematiche ambientali. I laboratori presso l’aula verde rappresentano da anni un punto di riferimento grazie anche al lavoro dei docenti, per tutti ovvero per le famiglie, i bambini ma anche per le scuole statali che collaborano. Ancora sull’aula verde occorre – sottolineano – far notare che è riconosciuta da tempo come punto di riferimento e di eccellenza sulle tematiche ambientali, al punto tale che lo scorso anno nella festa di fine anno scolastico, docenti, bambini e amministrazione comunale hanno organizzato un momento di incontro per la promozione dei prodotti dell’orto botanico. Sul Cucciolo – continuano – occorre ricordare che attualmente è sospesa l’attività didattica, con un nostro atto di indirizzo fatto proprio dalla seconda commissione, abbiamo chiesto la ripresa dell’attività a partire dal prossimo gennaio 2019; l’attività laboratoriale ubicata in quella struttura anche da noi promossa e sostenuta, può aiutare ma non sostituire quella educativa.
Desideriamo infine ricordare con l’occasione sui servizi educativi comunali l’importanza di accogliere ancora altri bambini, in particolar modo quelli per cui le domande sono stati inviate dopo la scadenza dei termini. Per fare ciò occorre lavorare ed insistere sulla richiesta di deroga al Ministero per gli istruttori educativi, concentrando in questo momento gli sforzi in merito alle assunzioni su questi profili, tenendo anche in considerazione l’importante lavoro svolto dagli insegnati finora precari”

Risposte più o meno indirette ai ventilati tagli ai servizi che sono stati paventati. L’assessore Alessandrini in proposito aveva detto: “Nessuno ha intenzione, né oggi, né domani di tagliare i servizi scolastici: la scuola è invece al centro dei nostri programmi e dei nostri progetti  e mi sto impegnando al massimo per valorizzare i servizi, ampliando l’offerta e apportando modifiche qualitative e quantitative, in un costante confronto con i nostri dipendenti e con gli utenti. Il nostro obiettivo resta infatti di favorire il più possibile le esigenze delle famiglie anche nel settore dei servizi educativi, fondamentale nella nostra visione politica”.