domenica 14 Agosto 2022 - 23:33
30.6 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Terni, patrimonio arboreo urbano: il Comune avvia il progetto pilota

Si è riunito il tavolo operativo fra tutti gli organismi coinvolti nel progetto. Fissati tempi e compiti del programma di riqualificazione

TERNI – Si è riunito nei giorni scorsi il tavolo tecnico del primo progetto pilota del Comune di Terni di tutela ambientale mediante interventi di riqualificazione del patrimonio arboreo urbano. Al tavolo di coordinamento partecipano i tecnici del Comune, dell’Agenzia forestale regionale dell’Umbria, della Comunità montana della Valnerina, dell’Arpa, del Consiglio nazionale delle ricerche di Porano e il Comitato scientifico Legambiente Umbria.
“Attraverso il piano – dichiara l’assessore al Verde Pubblico Stefano Bucari – l’amministrazione comunale intende attivare una revisione dei modelli ordinari di gestione delle funzioni per la tutela del paesaggio montano ed urbano, non solo sotto il profilo urbanistico, estetico ed ornamentale, ma anche e soprattutto sotto il profilo della tutela del patrimonio ecologico nella sua dimensione funzionale e socio-economico, soprattutto per la componente arborea in grado di offrire i migliori benefici per la salute pubblica”.
Sul piano operativo è stato deciso di:
– L’Agenzia forestale regionale, sulla base del protocollo stipulato con il Comune di Terni lo scorso giugno, ha assunto la delega per attuare il piano pilota di settore e quindi si occuperà di redigere la scheda di programma progettuale di concerto con tutti i partner, sotto il coordinamento del Comune di Terni. Il primo stralcio del piano verrà avviato nel 2016 per un importo finanziato dal Comune di Terni di 300 mila euro e consisterà principalmente nella messa in sicurezza del patrimonio arboreo urbano, piantumazione di nuove essenze in un area che verrà individuata sulla base di valutazioni tecniche e scientifiche nel corso di un sopralluogo che verrà effettuato il 2 settembre;
– Tutti i tecnici che operano nell’ambito del tavolo avranno il compito di redigere una scheda di programma del piano per definire la sua durata pluriennale, il budget complessivo, gli stralci attuativi, i risultati attesi e le attività di progetto;
– Le linee strategiche del piano verranno definite attraverso la stipula di un accordo operativo integrativo fra tutti i partner.

- Pubblicità -spot_img
Andrea Giuli
Andrea Giuli
Redattore

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]