CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, “patacche” informative: il Comune va all’autorità giudiziaria. Il primo marzo scuole ternane aperte

EVIDENZA Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, “patacche” informative: il Comune va all’autorità giudiziaria. Il primo marzo scuole ternane aperte

Andrea Giuli
Condividi

Palazzo Spada

TERNI – Stavolta a palazzo Spada si sono incacchiati sul serio. E, par di capire, con più di qualche ragione.

Scuole aperte il primo marzo Dunque, nonostante auspici comprensibili o meno, profezie, maniaci compulsivi del social o del web con ansia da prestazione, mezze o intere fake news sulle allerte meteo e conseguenti, ipotetiche, possibili, verosimili ma mai annunciate o comunicate formalmente chiusure delle scuole nelle ultime ore, domani, giovedì primo marzo, le scuole ternane sono aperte. Aperte. Ma proprio aperte aperte. Al contrario di quanto successo, dopo uno psicotico rincorrersi di voci, per le giornate di martedì e mercoledì, decisioni sancite da ordinanze e comunicazioni ufficiali.

Patacche, psicosi, hacker Il Comune di Terni, dunque, ha deciso di rivolgersi nelle prossime ore alle autorità competenti per una denuncia che potrebbe vertere sul procurato allarme e interruzione di pubblico servizio, proprio a seguito di alcuni fatti delle ultime 48 ore, forse attribuiti ad hacker più o meno nostrani che hanno allestito patacche con false immagini e annunci, riproducenti i comunicati del sito istituzionale di palazzo Spada.

Denuncia “Il Comune – si legge in una nota della serata di mercoledì – non ha emesso alcun provvedimento di sospensione dell’attività didattica per la giornata di giovedì 1 marzo, pertanto tutte le immagini che stanno circolando in queste ore su alcuni social che riproducono in maniera artefatta l’immagine coordinata del sito istituzionale, le sigle delle testate giornalistiche dell’Ente regolarmente registrate in Tribunale, riportando informazioni totalmente false in merito a provvedimenti amministrativi inesistenti, sono false e fuorvianti. Nella giornata di giovedì, l’Amministrazione comunale si rivolgerà all’autorità giudiziaria per valutare eventuali reati inerenti al procurato allarme e alla interruzione di pubblico servizio”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere