CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Palasport, il Comune: “Dialogo con la Ternana per area stadio”

Cronaca e Attualità Terni

Terni, Palasport, il Comune: “Dialogo con la Ternana per area stadio”

Redazione
Condividi

TERNI – L’operazione Palasport è stata oggetto del question time di questo pomeriggio in consiglio comunale. Durante il quale, a domanda dei consiglieri del gruppo misto Brizi e D’Acunzo, il Comune ha confermato l’impossibilità di procedere al cofinanziamento per via del noto stato di dissesto del Comune. Sul piatto però l’assessore Melasecche mette due questioni: un possibile sconto, visto l’impegno preso dalla precedente Giunta e un progetto con la Ternana.

Situazione “Conosciamo tutti la situazione del progetto perché abbiamo già discusso in commissione nella passata consiliatura – spiega – Le criticità sono legate alla viabilità, per l’esistenza del mercatino, dello stadio e del mattatoio. L’insediamento di questa nuova struttura comporterebbe un afflusso rilevante di veicoli. Bisognerebbe realizzare la bretella che  parte dal cimitero. Questa ipotesi non era allora realizzabile. Oggi ancora meno. Cosa intendiamo fare? Convinto che il pragmatismo sia fondamentale, dichiaro che sono a favore della realizzazione di quel progetto, ma siamo impossibilitati ad investire i tre milioni di coofinanziamento a causa del dissesto dell’Ente. Sono in corso trattative con l’impresa per un eventuale sconto. Non si è aperta la busta perché ci sarebbe stato un atto di impegno con la ditta.. C’è anche l’intenzione di confrontarsi con la Ternana  per la sistemazione di tutta l’area dello stadio, anche sul fronte della viabilità”.

Confronto “È in corso un confronto – ha aggiunto l’assessore Melasecche – per valutare se procedere o meno in relazione al contributo del Comune impossibilitato a provvedere a causa del dissesto e ad alcuni aspetti progettuali da definire”.
Così Federico Brizi: “ Sono soddisfatto di quanto ha detto l’assessore e mi auguro che il suo pragmatismo riesca a risolvere la vicenda. Anche a nome della collega D’Acunzo, intendo specificare di non aver alcun rapporto con l’impresa che ha presentato l’offerta, ma di essere esclusivamente mosso dall’intento di realizzare un’opera importante per le attività sportive e turistiche di Terni”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere