mercoledì 17 Agosto 2022 - 01:19
28.4 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Terni, padre fa sniffare cocaina al figlio dodicenne: la madre: “Voglio una pena esemplare”

La denuncia presentata dalla mamma del ragazzino è stato l'ultimo atto giudiziario compiuto dalla donna verso l' ex marito

TERNI  – Un papà quarantenne di Terni avrebbe fatto sniffare cocaina al figlio di 12 anni: è quanto denuncia la mamma del bambino, separata dal marito, che si sarebbe rivolta ai carabinieri. I fatti – raccontati oggi dalle pagine umbre del Messaggero – si sarebbero verificati lo scorso 27 giugno. Padre e figlio si trovavano in casa, dopo una vacanza al mare. Il papà avrebbe iniziato a sniffare la cocaina, invitando il dodicenne a fare lo stesso e il bambino avrebbe accettato. Quando poi è tornanto dalla mamma le ha raccontato tutto. La donna, 35 anni, ternana, ha deciso di sottoporre il figlio alle analisi per accertare l’ effettiva assunzione della droga, confermata dal referto del laboratorio privato, scrive ancora il Messaggero. La mamma del dodicenne ha così deciso di sporgere denuncia contro il suo ex marito che, nel contesto familiare, non era mai stato visto fare uso di sostanze stupefacenti. La donna è assistita dagli avvocati Giacomo Marini e Federico Favilla, i quali chiedono alla procura che si proceda nei suoi confronti ai sensi del testo unico della legge in materia di stupefacenti, che punisce severamente la cessione di droga, con l’ aggravante di aver consegnato la cocaina ad un minorenne. Si augurano inoltre che al 40enne sia revocata la potestà genitoriale: “È brutto dover allontanare un padre da un figlio – dice al giornale l’ avvocato Favilla – ma di fronte a questo purtroppo non avevamo alternative”.

La madre chiede pena esemplare

“Ci attendiamo una espiazione esemplare della pena”: a dirlo all’Ansa è l’ avvocato Giacomo Marini che, assieme a Federico Favilla assiste la mamma di Terni che ha denunciato l’assunzione di cocaina da parte del figlio dodicenne per volontà del padre, come la donna ha raccontato ai carabinieri nella denuncia presentata qualche giorno fa. “Intanto abbiamo già avanzato la richiesta, come ha già fatto il pubblico ministero, di revocare la podestà genitoriale dell’ uomo”, fa sapere il legale. La denuncia presentata dalla mamma del ragazzino, per l’ episodio della presunta somministrazione di droga da parte del papà, è stato l’ultimo atto giudiziario compiuto dalla donna verso l’ ex marito. Tra i due, infatti, era già in atto una serie di schermaglie che avevano incrinato profondamente il rapporto, anche se da parte dell’ uomo era continuata la frequentazione con i due figli avuti nella relazione. Fino al 27 giugno scorso, quando il ragazzino torna dalla madre, dopo aver trascorso del tempo col padre, e racconta della somministrazione di cocaina, con l’ uomo che gli avrebbe detto: “Vieni che papà ti fa provare la polvere magica”.

 

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]