CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Ordine al merito della Repubblica: cerimonia in Prefettura per gli insigniti

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, Ordine al merito della Repubblica: cerimonia in Prefettura per gli insigniti

Redazione
Condividi

TERNI – Una cerimonia sobria ma come sempre molto sentita, quella che ha visto questa mattina, nel giorno in cui si celebra l’Unità d’Italia la consegna a dieci cittadini ternani le onorificenze al merito della Repubblica di Ufficiale e Cavaliere.

Alla cerimonia hanno partecipato il Sottosegretario di Stato all’Interno,  Gianpiero Bocci, il Vescovo della Diocesi di Terni-Narni-Amelia, padre Giuseppe Piemontese, le autorità politiche regionali e locali, i vertici delle forze di polizia, i sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti (Terni e Castel Viscardo) e dei Comuni di Orvieto, Narni ed Amelia. Erano presenti anche alcuni studenti dell’Istituto Professionale e Tecnico Commerciale “Casagrande-Cesi” e dell’Istituto Leonino di Terni, che hanno ricordato la data del 18 marzo 1861, allorchè il Re di Sardegna assunse il titolo di “Re d’Italia”.

 Nel ricordare il significato dell’onorificenza, il Prefetto Angela Pagliuca ha sottolineato che “si tratta di un riconoscimento che premia il merito e il valore professionale espresso nell’ambito delle rispettive attività e competenze istituzionali, al servizio della Nazione e per il progresso del Paese. Questi concittadini ricevono un riconoscimento che hanno guadagnato sul campo, con volontà e determinazione, contribuendo a realizzare, ciascuno nel proprio settore, il pubblico bene”.

L’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”, istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178, è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.”