CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, omicidio Bellini: trent’anni di carcere per Andriy Halan

Cronaca e Attualità

Terni, omicidio Bellini: trent’anni di carcere per Andriy Halan

Redazione
Condividi

La lettura della sentenza

TERNI – Trent’anni di carcere per Andriy Halan, il 44enne ucraino accusato dell’omicidio di Sandro Bellini. Lo ha deciso il gup del tribunale di Terni, Massimo Zanetti. Halan era l’ex compagno della donna frequentata da Bellini. Alla base del delitto, dunque, ci sarebbero motivi passionali. Sandro Bellini era scomparso il 18 maggio scorso. La sua auto era stata trovata nella campagna di Marmore, bruciata. Il 29 maggio, l’arresto di Andriy Halan e il ritrovamento del corpo nelle acque del Velino. L’ucraino era accusato di omicidio volontario, con l’aggravante della premeditazione, occultamento di cadavere e incendio. L’ultima accusa è stata riqualificata in danneggiamento. Esclusa l’aggravante di crudeltà. L’uomo, tuttavia, si è sempre dichiarato innocente.
“Sono contenta che sia stata fatta giustizia – ha detto Claudia Bellini, sorella della vittima- anche se mio fratello non c’è più’. Manca a noi e manca a tanti. Halan non solo ha rovinato due famiglie, ma anche la sua vita. Quando uscirà dal carcere sarà’ ormai anziano”. La donna, rappresentata dall’avvocato Renato Chiaranti, ha anche ottenuto una provvisionale di 100mila euro. I legali dell’ucraino, Francesco Mattiangeli e Bruno Capaldini, faranno appello.