CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, insulti a Filipponi: “Portateli a casa, potrebbe piacerti il big bamboo”

Terni Politica

Terni, insulti a Filipponi: “Portateli a casa, potrebbe piacerti il big bamboo”

Redazione politica
Condividi

TERNI – Una vicenda che denota prima di tutto l’ignoranza sull’argomento e poi il livello di trivialità che ha raggiunto il dibattito su certi temi, oltrechè il fatto, ormai conclamato che certi atteggiamenti hanno finito per sdoganare il razzismo che covava dentro molti e attendeva solo di avere campo libero.

Messaggio Lunedì mattina, il consigliere comunale e capogruppo del Pd Francesco Filipponi ha ricevuto un messaggio sulla sua bacheca facebook nel quale a commento di un articolo del sito Umbriaon, una utente commentava: “Portateli a casa tua a Gabelletta Filippò, potrebbe piacerti il big bamboo…” seguono tre emoji col simbolo degli escrementi. La vicenda si riferisce al rinnovo dei progetti Sprar, che Filipponi aveva sollecitato, visto che la scadenza era fissata per ieri e che l’amministrazione comunale, pur in ritardo, ha deciso di rinnovare, con la sola riduzione a 64 unità dei soggetti coinvolti. Il consigliere Pd informando di conoscere la donna, non residente a Terni e che sporgerà querela

Insulti. C’è da dire che questo commento è solo l’apice. Sotto all’articolo originale ce ne sono di vario tipo alcuni dei quali danno perfino al consigliere del ‘delinquente’ solo per aver ricordato la questione

Ignoranza “Scrivere questa roba oscena comporta una totale assenza di conoscenza – prosegue Filipponi – Le 70 persone (oggi 64) sono qui da oltre 3 anni, tra cui 11 minori se non erro e devono continuare a rimanere qui sulla base delle leggi del nostro Stato. Bene inteso avremmo dovuto continuare lo stesso servizio, pur senza risorse, ciò in base a quanto previsto dagli accordi tra Ministero e Prefettura. Invece come ho già scritto bene ha fatto l’amministrazione a continuare i progetti sprar con atto giuntale utile all’accreditamento. Detto questo chi mi conosce sa che quando leggo questo cose so fare sano umorismo, ma l’ignoranza mista a non conoscenza cattiveria non è sopportabile non per me, ma per le Istituzioni”.

Alle 16.15 il consigliere informa che l’amministrazione comunale gli ha espresso solidarietà nella persona del vicesindaco Andrea Giuli.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere