CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, mense scolastiche, Cosec rilancia: “Gemos senza centro cottura”

Cronaca e Attualità Terni

Terni, mense scolastiche, Cosec rilancia: “Gemos senza centro cottura”

Redazione
Condividi

Una mensa scolastica

TERNI – Dopo la vittoria da parte della Gemos di Faenza del bando per la fornitura dei pasti nelle scuole comunali, è ripartita la polemica. Soprattutto in relazione al fatto che l’azienda romagnola dovrà trovare un posto dove cuocerli in loco, in modo da poterli consegnare entro 45′, così come prevede l’appalto. Sulla vicenda, dalla loro pagina facebook, intervengono i rappresentanti del Cosec:

Mense scolastiche: vince la Gemos di Faenza

“Il servizio di refezione, nonostante le note vicende giudiziarie, continua ad essere ostaggio di interessi affaristici di partito – scrivono –  Come è possibile che una ditta di rilievo nazionale come la Gemos, risultante vincitrice provvisoria già dal mese di luglio, non sia ancora in grado di dimostrare l’effettiva disponibilità, fin dal 13 settembre, di un idoneo centro di cottura? Ancora più strana è la fretta con cui la Dirigente ha confermato tale scelta, vista pur la vicinanza dell’avvio dell’anno scolastico, senza che fossero completate le dovute verifiche e senza sincerarsi dell’avvio dei relativi lavori per il rispetto delle prescrizioni imposte dal bando, proprio sul centro di cottura.
A pensar male, sembrerebbe quasi che si stia facendo di tutto per creare più difficoltà possibili al passaggio di gestione, procurando una crisi artificiale del servizio e rimettendo in discussione la decisione presa. Ricordiamo come ancora a tutt’oggi la Dirigente non abbia fornito alcuna risposta rispetto allo svincolo delle cauzioni pari a 137.890,95 euro a favore della Cns-All Foods e come sul Comune penda un forte carico debitorio nei confronti della stessa.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere