CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, maxi evasione fiscale per 7 milioni: 20 denunce, tutti parenti

Perugia Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Terni, maxi evasione fiscale per 7 milioni: 20 denunce, tutti parenti

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Una massiccia operazione condotta dal nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza, coordinato dalla Procura della Repubblica ha portato allo smantellamento di una maxi evasione fiscale, circa 7 milioni di euro complessivi, relativa ad attività commerciali riconducibili ad una unica famiglia di origine cinese: 20 le persone coinvolte, 10 delle quali residenti nel ternano. Sette invece le società coinvolte nell’operazione, tutte gestite da cittadini di etnia cinese, ed operanti nel settore della produzione di articoli di abbigliamento, poi rivenduti ad una primaria azienda avente sede in Centro Italia.

La modalità. Tasse non pagate e una intensa attività esercitata attraverso quelle che possono essere a pieno titolo definite ‘scatole cinesi’: aziende “apri e chiudi”, ovvero caratterizzate da un elevato turn over nell’attività produttiva, di durata biennale, intestate in maniera fittizia a prestanomi cinesi succedutisi nel tempo negli stessi locali, adibiti a laboratori o magazzini mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, emesse da altre imprese sempre gestite da cittadini cinesi e con sede in provincia di Perugia, Toscana, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, che – dopo aver emesso i documenti fiscali – facevano perdere le proprie tracce, appunto “dimenticando” di presentare le relative dichiarazioni fiscali.

Il sequestro. Il gip Bona Galvagno ha quindi dato corso alla misura del sequestro preventivo per equivalente per 2,1 milioni di euro, in attesa del processo che porti alla confisca di quanto dovuto: “Si tratta di una operazione – ha spiegato il procuratore capo della Repubblica Alberto Liguori, che ha illustrato l’operazione insieme al Maresciallo Massimiliano Giua, comandante della Guardia di Finanza di Terni – che permette sin da subito di aggredire il patrimonio dell’evasore fiscale. In questo caso proprio per la natura dell’attività è stato lungo e difficile risalire alle aziende ma il lavoro di grande sinergia della squadra della Guardia di Finanza ha permesso ad arrivare allo scopo”. “Il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente, attualmente previsto per tutti i reati tributari – dicono le Fiamme Gialle-  è una sanzione adottata dall’autorità giudiziaria in ragione della commissione di un reato che non pregiudica l’attività amministrativa di recupero del tributo evaso e di irrogazione delle connesse sanzioni a cura della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate”.

“L’occhio investigativo della Guardia di Finanza – ha spiegato il sostituto  procuratore Camilla Coraggio – è stato molto importante in questa fase investigativa proprio perchè i soggetti si sottraevano ai controlli, sia utilizzando teste di legno, sia attraverso una contabilità semplificata che evitando il ricorso a rimborsi fiscali”. “E’ stato fatto un grande gioco di squadra – ha sottolineato Giua – visto che l’operazione ha coinvolto anche i comandi di altre province e regioni”.

Scacco all’illegalità Liguori ha sottolineato l’importanza di combattere l’lllegalità sul fronte del commercio: “Oltre a creare concorrenza sleale, non pagano alcun tributo allo stato”. “Le conseguenze di tutto questo – dicono i militari – non si limitano alla sola evasione fiscale, ma creano notevoli effetti distorsivi alla libera concorrenza e al corretto funzionamento del libero mercato. Le aziende oggetto dell’indagine, infatti, grazie al meccanismo fraudolento posto in essere, erano in grado di offrire prodotti ad un prezzo inferiore rispetto a quello praticato dalle aziende che operano nel rispetto della legalità e della normativa vigente”. A questo proposito, l’operazione potrebbe avere presto sviluppi anche fuori dall’Umbria.

Qui sotto  l’intervista video al Procuratore Capo Alberto Liguori

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere