CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, magie da film per il primo concerto 2017 dell’Araba Fenice

Terni Cultura e Spettacolo

Terni, magie da film per il primo concerto 2017 dell’Araba Fenice

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Con il nuovo anno appena iniziato, ancora un appuntamento suggestivo e d’atmosfera con i concerti dell’Araba Fenice.

Quartetto Aconcagua Riparte, infatti, domenica 15 gennaio la stagione concertistica dell’associazione musicale ternana, ormai un caposaldo del movimento culturale locale e regionale. Alle ore 17.30, presso l’auditorium Gazzoli, sarà ospite il quartetto Aconcagua, formato da Alessio Cercignani al violino, Massimo Signorini alla fisarmonica, Marco Vanni al sax soprano e Diego Terreni al pianoforte. Una formazione insolita che, con la presenza della fisarmonica e del sax soprano, permette al quartetto stesso di inserire quel “sound” di popolarità in grado di far riscoprire le origini e le radici della musica ed affrontare le opere contemporanee con una forte dose di eclettismo. Il tutto con un perfetto equilibrio musicale, grazie anche alle due “voci” più classiche del pianoforte e del violino; un continuo e costante scambio di basi armoniche e melodiche che creano la sensazione da parte dell’ascoltatore di essere di fronte ad una piccola orchestra.

Il programma del concerto Assai denso di fascino il programma che i quattro musicisti toscani presenteranno a Terni; ricco di spunti e di “memoria”, poiché raccoglie in sé alcune delle colonne sonore più amate al mondo, scritte da famosi compositori del ‘900, più alcuni altri brani utilizzati sempre nel cinema in vari momenti e in celebri film.
Qualche esempio: il Gabriel’s Oboe di Ennio Morricone, tratto da ‘Mission’; ‘C’era una volta il West’, sempre di Morricone, dall’omonimo capolavoro di Sergio Leone; ‘Schindler’s List’ di John Williams, dall’omonimo film di Spielberg. Ma anche ‘Oblivion’ di Astor Piazzolla, tratto dall’Enrico IV di Bellocchio o ‘Libertango’, sempre di Piazzolla, nella versione di Graces Jones nel film ‘Frantic’. Inoltre, ‘Moon River’ di Henri Mancini, dal celeberrimo film ‘Colazione da Tiffany’. E poi, alcuni tangos di Angelo Villoldo come ‘Don Pedro’ e ‘El Choclo’, così come ‘Por una cabeza’ del mito Carlos Gardel; e questo perché i tangos possiedono sempre quella forza data dal fatto che il Tango non è solo un appassionante ballo, ma è anche una musica dell’anima come il Blues o il Fado. E’ sempre interessante citare una frase che amano dire gli argentini: “Cuando te agarra la locura del tango”, “quando ti prende la smania del tango”… è una follia, un bisogno, una necessità.
Il concerto del quartetto Aconcagua avrà in programma anche un originale brano che raramente si ascolta nei teatri: ‘Smile’, di quel geniale e unico artista, ballerino e attore che porta il nome di Charlie Chaplin.

Concorso di scrittura a tema Da questo concerto e per i prossimi sei appuntamenti di Terni, prende “respiro” il Concorso di scrittura a tema musicale, dedicato alle scuole medie. Alle attuali scuole medie di Terni, Amelia e Guardea, si aggiunge una quarta scuola, quella di Sangemini dell’istituto comprensivo di Acquasparta, con la presenza di altri 8 alunni che, uniti ai 50 della scuola Marconi di Terni ed ai 22 di Amelia e Guardea, porta a 70 i ragazzi che ascoltano e ascolteranno i concerti della 20esima stagione 2016/2017.

Per tutte le informazioni specifiche dei biglietti e del programma completo, Araba Fenice consiglia di collegarsi al proprio sito www.assarabafenice.it

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere