CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, litiga con la fidanzata e sfoga la rabbia sulle auto in sosta

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, litiga con la fidanzata e sfoga la rabbia sulle auto in sosta

Redazione
Condividi

Una pattuglia della Polizia

TERNI –  Un ternano di 47 anni è stato denunciato dalla volante della Polizia dopo le segnalazioni di alcuni residenti di Borgo Rivo che alle 2 di sabato lo avevano visto danneggiare alcune auto in sosta. Era stato l’uomo stesso a chiamare i vigili del fuoco dopo aver danneggiato le auto, asserendo di essere rimasto fuori casa senza le chiavi. Lo stesso messo alle strette ha poi confessato ai poliziotti di aver danneggiato alcune auto in preda ad uno stato d’ira dopo una lite con la fidanzata.

E’ stato così denunciato dai poliziotti della Squadra Volante per il reato di danneggiamento aggravato continuato, che aveva coinvolto anche altre vetture, i cui danni sono stati svealti la mattina dopo.

Spende banconote false: arrestata. Più volte si erano registrare segnalazioni di banconote false, dal 20 e 100 spese nei negozi cittadini. Ma la persona che le aveva messe in circolazione in vari esercizi commerciali era sempre riuscita a farla franca. Fino a quando, nel pomeriggio di sabato, la donna ha provato nuovamente a spendere una banconota falsa.

Grazie alla tempestiva segnalazione del commerciante, la donna è stata poco dopo rintracciata da una pattuglia della Digos in piazza della Repubblica, ed a loro la donna ha mostrato la banconota incriminata, del taglio di 100 euro, senza scomporsi, assicurando la sua buona fede, giustificandosi che non si era accorta della non genuinità della banconota. Ma gli agenti non le hanno creduto, anche perchè è stata trovata in possesso di altro denaro, banconote da 20 e 100 euro per un totale di 400 euro, risultate anch’esse contraffatte.

Nei suoi confronti sono scattate le manette per il reato di possesso e spendita di banconote contraffatte ed il pubblico ministero  Raffaele Pesiri  ha disposto il giudizio per direttissima, conclusosi nella mattinata odierna con la convalida dell’arresto e l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di firma.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere