CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Liberati (M5S) attacca: ammortizzatori sociali per Eskigel, ma l’azienda è florida

Economia ed Imprese

Terni, Liberati (M5S) attacca: ammortizzatori sociali per Eskigel, ma l’azienda è florida

Redazione
Condividi

TERNI – Il capogruppo in Regione del M5S, Andrea Liberati, torna a testa bassa sulla vicenda dell’Eskigel, con un comunicato, come di consueto, dai toni duri.

“Era una domenica di gennaio – scrive Liberati – quando i portavoce umbri del M5S si incatenarono davanti all’azienda Eskigel per denunciare il comportamento antiumano della multinazionale ora franco-svizzera Pai-Nestlè.
Eskigel attua il giochino dell’esternalizzazione a cooperative che assumono stagionalmente a 2/3 euro l’ora dipendenti che, in precedenza, percepivano un salario assai maggiore. Denunciammo altresì l’indifferenza della politica che alimenta la speculazione forsennata delle multinazionali sulla pelle dei lavoratori. Denunciamo oggi l’ulteriore regressione dei diritti dei lavoratori, mentre la medesima multinazionale non sembra avere limiti, con un comportamento accettato benevolenza da chi dovrebbe tutelare i propri cittadini e i propri territori. A brevissimo Eskigel ricorrerà infatti agli ammortizzatori sociali: la cassa integrazione per i lavoratori fissi; la famigerata Naspi per quelli stagionali che ne avessero eventualmente diritto. Per gli indeterminati-esternalizzati Ranstad si ricorrerà a un fondo di tesoreria da 750 euro lorde. E’ tutto normale? Frattanto, talora si assumono nuove persone ancor prima che si sia formalizzato il contratto. Perché il sindacato non avvia una sacrosanta vertenza? Perché l’azienda intende far pesare su tutti noi il costo di ammortizzatori sociali non dovuti, viste le floride condizioni dell’impresa medesima? Ricordiamo che, con le gestioni passate, nessuno vi ha mai fatto ricorso. Ma è possibile che lorsignori della Regione non sentano mai l’esigenza di tutelare chi, per poche centinaia di euro, è condannato a sopravvivere, restando sempre indietro?”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere