CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, l’eterno candidato a sindaco: “Io ci sono, ma non a tutti i costi”

Terni Politica

Terni, l’eterno candidato a sindaco: “Io ci sono, ma non a tutti i costi”

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – L’eterno candidato (sempre sottotraccia) per la candidatura a sindaco del Centrodestra ternano, nelle ultime ore direttamente e indirettamente sollecitato su questo tema, esce allo scoperto e chiarisce la sua posizione.

L’eterno candidato è l’attuale capogruppo in Regione di Forza Italia, Raffaele Nevi: “Vedo che qualche media mi chiama in causa, e non è la prima volta, come interessato per la corsa a sindaco in caso di prossime, eventuali elezioni comunali a Terni. Chiarisco una volta per tutte la mia posizione che, poi, non è mai mutata sulla questione”.

E cioè?Fermo restando che pensare di fare il sindaco nella mia città è un grande onore, ma anche un grande sacrificio, specie di questi tempi, io dico ancora una volta che la mia disponibilità c’è. Naturalmente, però, io sono a disposizione non a tutti i costi e a dispetto dei santi. Se la mia eventuale candidatura può effettivamente essere una risorsa in grado di competere e ottenere il risultato, bene, altrimenti pazienza. Magari posso fare altre cose”.

In altre parole, Nevi sta ponendo delle condizioni?Deve esse chiaro che io non sto rivendicando alcunchè. Ma siccome non giro intorno alle questioni, evidentemente sì. Bisogna essere chiari, sennò non si va lontano. Una mia eventuale candidatura dovrebbe intanto avere il sostegno sincero delle forze e dei movimenti politici che si riconoscono nell’area di Centrodestra; inoltre, dovremmo aprire da subito e quanto più possibile all’apporto della cosiddetta società civile e, terzo, dovremmo cercare di ispirarci un po’ al modello Romizi (il giovane sindaco forzista di Perugia, ndr) con innesti nell’eventuale giunta ternana di personalità esterne”.

Mi pare che, ad occhio e croce, già si potrebbe partire in salita. Il candidato Nevi pone altre condizioni? “Intanto, io non sono candidato ad un bel niente. Se mi viene chiesto, io dò, come sempre, la mia disponibilità. Regole, cornici, obiettivi devono però essere chiari. Casomai ci si mette intorno ad un tavolo, ci si confronta e si fissano tempi, forme e modi. Questo, per quanto mi riguarda, è il metodo generale che vale in politica. Poi si vedrà. Ripeto, io ci sono, ma non a tutti i costi”.

Si dice che Nevi sia stimato e considerato più nel centrosinistra che  nel centrodestra locale. Insomma, ci sarebbero più nemici in casa o tra gli alleati naturali che altrove. Malignità? Leggenda? “Questo lo dice lei. in ogni modo, queste cose non occupano i miei pensieri. Ciascuno si prende le sue responsabilità. Adesso però è agosto, io sto per partire per le ferie e fa un caldo bestiale. Quello che dovevo dire, per ora, l’ho detto. Mi stia bene. Magari ne riparliamo in autunno”.

Un’ultima cosa, i rapporti dentro il suo partito, per esempio con Ferranti, come vanno? “Fa caldo, troppo caldo. In tutti i sensi. Buone ferie”.

P.S. Il candidato eterno sembra proprio che negli ultimi giorni abbia ricevuto informali sollecitazioni a chiarire la propria posizione su una sua disponibilità a candidarsi per la poltrona più alta di palazzo Spada da alcuni movimenti, liste e associazioni di ispirazione civica e gravitanti anche in aree politico-culturali non esattamente omogenee.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere