CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, l’Emporio bimbi festeggia un anno: “Nessuna discriminazione”

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia

Terni, l’Emporio bimbi festeggia un anno: “Nessuna discriminazione”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Un anno al servizio dei bambini e delle famiglie meno abbienti. L’Emporio Bimbi della società San Vincenzo de’Paoli festeggerà mercoledì la ricorrenza presso la propria sede di via Pascoli a Terni, alle 18.30.

Leggi: Apre l’emporio bimbi: “Per abbattere le disparità”

Non solo luogo per i generi di prima necessità, ma anche punto di incontro per bambini e mamme,  ludoteca, baby sitter, aiuto compiti ed altre specifiche attività, realizzate e proposte nello stile vincenziano dell’ascolto, comprensione, condivisione: la struttura, è diventata la casa di tutti quei bambini che non possono permettersi corsi di nuoto, di danza, di musica, smartphone, computer, che non hanno bisogno dello psicologo che valuta il loro stato di stress ma solo, come tutti, di qualcuno che li ama e vuole essere loro amico.

“In venti anni di vita vincenziana ho visto troppe madri e padri sofferenti per la condizione di emarginazione dei propri figli a causa della loro difficile condizione economica – spiega la coordinatrice dell’emporio Antonella Catanzani –  genitori che non mandano a scuola i figli quando piove perché hanno le scarpe bucate, che vengono mortificati perché dopo un mese dall’inizio della scuola non hanno ancora tutti i libri e quaderni. L’Emporio nasce appunto per cercare di attenuare le disuguaglianze sociali tra i bambini e fornire tutti quei beni essenziali che spesso abbiamo visto mancare nelle case che raggiungiamo nelle nostre visite a domicilio: dagli alimentari ai pannolini, al materiale scolastico ai prodotti per l’igiene personale”.

Guarda la video intervista ad Antonella Catanzani

Le cifre di un anno di attività. L’emporio è strutturato in sei sezioni: alimentari, igiene personale, materiale scolastico, abbigliamento, giocattoli, attrezzature per prima infanzia. Sin qui sono state aiutate 160 famiglie e hanno usufruito dei servizi 275 bambini (145 maschi e 130 femmine) di 24 nazionalità diverse; sono stati distribuiti 160 zaini, 870 quaderni e 1715 articoli per la scuola tra colori, pastelli, grembiuli; quasi duemila giocattoli, 3335 vestiti, 575 scarpe, 1628 varie di abbigliamento e corredo, 213 passeggini, culle e altre attrezzature per l’infanzia;  3775 confezioni di latte e biscotti. E ancora: 975 pannolini, 2581 fra  bagnoschiuma, creme e altro, 1011 omogeneizzati, 522 confezioni di nutella, 1732 giocattoli, 344 libri.

Oltre 60 famiglie ed esercizi commerciali e scuole hanno donato beni da distribuire all’emporio sia nuovi che usati. Collaborazioni anche con l’Assessorato alle Politiche Sociali. Proprio tra le finalità del progetto “Emporio Bimbi” c’è quella di educare i bambini alla solidarietà: chi ha tanto deve imparare a condividere con i meno fortunati, oltreché sviluppare un percorso di sostegno amicale e una rieducazione ai valori della vita diversi dal possedere, partendo dalla considerazione che per il rispetto della dignità della persona ci sono alcuni beni essenziali che vanno comunque garantiti.

Eventi. Sono state organizzate feste di compleanno, di Natale, vendite di beneficenza anche a sostegno dei terremotati, festa di carnevale, festa per la chiusura dell’anno scolastico, raccolte di prodotti nei negozi. E’ stato organizzato un incontro con il dottor Mario Fornaci, già già Primario del reparto di pediatria del reparto Santa Maria di Terni: ogni lunedi dalle 17 alle 18 il Dottore è disponibile presso l’Emporio Bimbi per una consulenza gratuita.

Laboratori in atto.In giro per il cielo“, a cura della professoressa Margherita Vagaggini:  laboratorio espressivo, di narrazione, movimento, arte e manipolazione. L’obiettivo è quello di creare una situazione stimolo per esprimere e raccontare, rielabora re i propri vissuti attraverso la creatività. Con pochi strumenti, un libro, qualche pennello, un tappeto, si possono scrivere e disegnare mille libri di storie reali e fantastiche. Un luogo per esplorare l’infanzia e aver cura dell’ascolto e della persona; Le chiavi di violino, curato da Emanuela Ungari:  laboratorio espressivo di animazione musicale con canti per bambini, giochi ritmici e ascolto di brani musicali. Attraverso la musica i bambini liberano le proprie tensioni emotive e trovano un nuovo equilibrio interiore che li aiuta da affrontare la vita.

Per il nuovo anno sono in programma laboratori di inglese, danza e recitazione il tutto in vista di un saggio finale, occasione di promozione e di raccolta fondi. A questo fine verrà realizzato un video.

Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1