CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, le tradizionali fiere nella morsa della sicurezza: spostamenti e misure urgenti

Cronaca e Attualità Terni

Terni, le tradizionali fiere nella morsa della sicurezza: spostamenti e misure urgenti

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Segno dei tempi. Piaccia o meno. Le tradizionali fiere cittadine, uno degli ultimi e più sentiti “segni viventi” dell’identità ternana più profonda, subiscono il condizionamento dell’attualità.

Le fiere prossime Tenuta a settembre scorso la fiera di San Matteo tra Borgo Rivo e Campitello, il 19 novembre, domenica, si svolgerà la Fiera del Cassero nell’area tra corso del Popolo-piazza della Repubblica-piazza Solferino, mentre quella di Santa Lucia è prevista per domenica 17 dicembre in via Tito Oro Nobili. Per la fiera di San Valentino, il 14 febbraio 2018, c’è tempo.

Cambi, preoccupazioni, sovrapposizioni Ci sono alcuni “però”: cambiamenti, preoccupazioni, eventi. Intanto, la fiera del Cassero era stata fino a pochi giorni fa fissata formalmente per domenica 26 novembre, ma, l’improvvisa notizia dell’anticipazione del derby calcistico fra Ternana e Perugia (al Liberati) dal sabato 25 alla stessa domenica 26, ha determinato il “pasticcio”: ci è voluta un’altra, tempestiva delibera di Giunta per prendere atto della complicata sovrapposizione e spostare così la fiera del Casserì (sempre nella stessa zona) alla domenica precedente, 19 novembre. Una scelta dettata essenzialmente, come si legge nella delibera giuntale 294 del 27 ottobre scorso, per motivi di “oggettiva sicurezza” ed ordine pubblico, in quanto “appare assolutamente non opportuno prevedere lo svolgimento di tali eventi nella stessa data”.

Misure eccezionali Ma c’è di più. In un altra delibera dell’esecutivo comunale, la 304 del 2 novembre 2017, si dispongono misure di sicurezza e prevenzione ulteriori e in qualche modo straordinarie, proprio in coincidenza delle suddette fiere popolari. La delibera cita circolari formali del capo della polizia e del dipartimento dei vigili del fuoco del giugno scorso in cui, sulla scorta dei recenti e tragici fatti di Torino, si indicano misure precise di sicurezza pubblica, poi ribadite e specificate ulteriormente da una direttiva di luglio del ministero degli Interni, riguardante ” i modelli organizzativi per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche”, fiere comprese.

Ebbene, i tecnici e i dirigenti comunali competenti, si legge nella delibera 304, hanno calcolato e disposto una spesa aggiuntiva e straordinaria (ancorché presuntiva) di quasi 18 mila euro per tali misure urgenti ed impreviste da applicare per le prossime fiere cittadine: presenza di ulteriori squadre antincendio, presenza di ulteriore ambulanza con personale addestrato all’uso del defibrillatore, movimentazione di barriere ed altro ai fini di sicurezza ed incolumità.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere