CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, le maestre d’acciaio organizzano “La scuola ad ostacoli”

Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, le maestre d’acciaio organizzano “La scuola ad ostacoli”

Redazione
Condividi

Alunni di una scuola elementare

TERNI – Prosegue la mobilitazione delle maestre d’acciaio di Terni e dell’Umbria contro la sentenza del consiglio di Stato che limita l’accesso all’insegnamento a chi è in possesso della laurea e non solo del diploma. Dopo l’assemblea del 4 febbraio a Bologna il comitato ternano ha deciso “di aderire e promuovere lo sciopero generale della scuola del 23 febbraio (da terni partirà un pullman, per info e prenotazioni 328 6536553; di approvare una piattaforma comune; l’istituzione di un coordinamento nazionale; di valutare le dimissioni dagli incarichi accessori negli istituti; di promuovere mozioni a favore delle diplomate magistrali nei consigli comunali e regionali; di organizzare il 10 febbraio manifestazioni nelle piazze”.

Relativamente allo sciopero, il comitato chiede “la piena adesione da parte delle maestre, di tutti i docenti e degli ATA, informando e coinvolgendo anche i genitori con volantinaggi. Le Maestre d’acciaio, parteciperanno da Terni e dall’Umbria alla manifestazione nazionale del 23 febbraio a Roma dal MIUR a Montecitorio”.

Relativamente all’incontro del 10 febbraio, dalle 16 alle 19 si svolgerà “La scuola ad ostacoli”,   giochi e laboratori didattici in piazza a sostegno della lotta delle diplomate magistrali colpite dalla vergognosa sentenza del consiglio di stato”.

Relativamente alla sentenza il comitato chiede “un decreto legge che garantisca il mantenimento del posto di lavoro per chi è stata immessa in ruolo o deve superare l’anno di prova, la permanenza nelle GAE, in base al servizio acquisito con scioglimento delle riserve e l’immissione in ruolo per tutti i precari/e della scuola con 3 anni di servizio”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere