CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, le donne Pd inventano un concorso di idee contro la violenza di genere

Terni Politica

Terni, le donne Pd inventano un concorso di idee contro la violenza di genere

Andrea Giuli
Condividi

La sede del Pd di Terni

TERNI – Le Democratiche della Provincia di Terni, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, promuovono un concorso di idee dal titolo “Contro la violenza sulle donne con le parole di una canzone”.

L’iniziativa Il concorso non prevede premi particolari, ma si pone l’obiettivo principale di suscitare riflessioni, approfondimenti e anche la produzione di opere su uno dei temi di maggiore attualità in questo nostro tempo: la violenza di genere.

Il concorso si articola in otto sezioni: poesia, documenti politici, racconti brevi (max 10 cartelle di 30 righe ciascuna), disegno, pittura, fotografia, musica, cortometraggi (durata max 15 minuti ) ed il tema particolare prende spunto dalle parole di una canzone del cantautore Ermal Meta “Vietato morire”.

La nota delle democratiche “Il testo della canzone ci ha molto colpito perché racconta la violenza con gli occhi di un bambino che l’ha vissuto all’interno delle mura domestiche è questa è una delle degenerazioni e delle conseguenze peggiori della violenza di genere – si legge in una nota delle Democratiche della Provincia di Terni -. Il nostro pensiero in questi giorni va alle ventisei giovanissime ragazze, di cui due in stato di gravidanza, giunte già morte al porto di Salerno nei giorni scorsi, probabilmente vittime del mercato del sesso e morte in circostanze ancora da chiarire, così come alle tante vittime note e meno note, a volte addirittura invisibili, che possiamo incontrare nei nostri quartieri, negli ambienti che frequentiamo ogni giorno. La nostra iniziativa è un piccolo segno, che speriamo possa però aiutare ad elaborare un tema che è complesso e difficile da contrastare. Le opere, i lavori che ci perverranno da oggi al 28 febbraio 2018 saranno oggetto di eventuali pubblicazioni o mostre che si svolgeranno nel prossimo mese di marzo. Partecipare non costa nulla è solo un tributo che vogliamo dare a chi si batte ogni giorno contro l’indifferenza e la rassegnazione”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere