sabato 4 Febbraio 2023 - 13:22
-2.5 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Terni, la Fondazione Carit espone Caravaggio: un viaggio nella pittura del Seicento

In mostra anche Artemisia Gentileschi e altri artisti per un totale di 33 opere: via il 27 ottobre a palazzo Montani Leone

TERNI – ‘Dramma e passione – da Caravaggio ad Artemisia Gentileschi’, questo è il titolo della mostra in programma a Terni, nella sede della Fondazione Carit, dal 27 ottobre 2022 all’8 gennaio 2023. Un’esposizione incentrata su un’opera mai esposta di Artemisia Gentileschi, ‘Giuditta con la testa di Oloferne’ e in particolare su due opere di Caravaggio difficilmente visibili al pubblico, la ‘Maddalena addolorata’ e ‘La crocifissione di sant’Andrea’. L’evento sarà curato dallo storico dell’arte Pierluigi Carofano, in collaborazione con Tamara Cini, e si svilupperà in otto sale al piano terra di palazzo Montani Leone, allestito per l’occasione. La mostra sarà a ingresso libero nei giorni martedì e mercoledì dalle 15.30 alle 19.30, giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30.

Un viaggio straordinario

“La mostra è uno straordinario viaggio nella pittura del Seicento – spiega il curatore della mostra Pierluigi Carofano -. Nelle sale di palazzo Montani Leoni il visitatore potrà ammirare dipinti di maestri sommi come Caravaggio, Bartolomeo Manfredi, Orazio e Artemisia Gentileschi, Mattia Preti. Il percorso si snoda tra otto sale tematiche che vedono l’affermazione della pittura naturalista di matrice caravaggesca sino al confronto con il classicismo emiliano di Guido Reni e Guercino, lo scontro con nemici di Caravaggio come Baglione Salini, e il trionfo della pittura barocca con Bernardo Strozzi e Mattia Preti”.

Trent’anni di Fondazione Carit

“Dopo oltre due anni e mezzo dall’ultima mostra dal titolo ‘Immaginaria. Logiche d’arte in Italia dal 1949’, terminata a inizio pandemia, palazzo Montani Leoni torna finalmente ad ospitare un evento di grande rilievo – dichiara il presidente della Fondazione Carit, professor Luigi Carlini -. Con ‘Dramma e Passione – da Caravaggio ad Artemisia Gentileschi’, la Fondazione intende celebrare il nascere e lo sviluppo del caravaggismo a partire dagli anni della formazione di Caravaggio, al pieno fiorire della sua arte pittorica, fino alla cultura barocca di Mattia Preti. Trentatré opere provenienti da tutta Italia e dal Regno Unito, alcune delle quali sconosciute al grande pubblico, concesse in prestito da primari musei italiani, da consorelle fondazioni bancarie, da enti locali e da privati, che la Fondazione Carit ringrazia sentitamente per la cortese collaborazione e fiducia accordate. La Fondazione, con questo grande evento dedicato a Caravaggio, ad Artemisia Gentileschi e a insigni maestri del Cinquecento e Seicento, ha voluto celebrare i trent’anni della sua nascita (1992-2022) e ha inteso confermare il ruolo di palazzo Montani Leoni, quale polo culturale di riferimento per esposizioni d’arte nell’Italia centrale. Il lavoro di una istituzione per il proprio territorio, l’esperienza al servizio della collettività, la dedizione e l’attaccamento alla comunità, hanno permesso, ci si augura, di realizzare uno dei migliori momenti artistici che la città abbia mai avuto, contribuendo allo sviluppo locale e turistico”.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]