CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, la diffida del Prefetto al Comune: “Venti giorni per approvare il bilancio”

EVIDENZA Terni Politica Extra

Terni, la diffida del Prefetto al Comune: “Venti giorni per approvare il bilancio”

Redazione
Condividi

TERNI – Come previsto, è arrivata al Comune di Terni la diffida da parte della Prefettura per la mancata approvazione “dello dello schema di bilancio di previsione 2019-2021” e la “mancata approvazione dello schema di rendiconto della gestione anno 2018”. Una comunicazione giunta al sindaco Leonardo Latini e a tutti i consiglieri comunali (di maggioranza e di opposizione).

Nella diffida si legge che il Comune ha 20 giorni di tempo per approvare il bilancio di previsione ed il rendiconto 2018, pena la decadenza. L’approvazione del bilancio, nell’ultima seduta era slittata per via di un cavillo, ovvero la discussione della nota integrativa al bilancio non discussa nei tempi previsti.

Venti giorni, quindi, per evitare il peggio – decadrebbero ovviamente anche tutti i rappresentanti comunali in consiglio provinciale – ma attenzione, perché i 20 giorni scattano quando tutti i consiglieri hanno ricevuto l’atto o meglio da quando l’atto è fisicamente nelle mani di ciascun consigliere. Della serie: quando le ferie possono tornare utili.