CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, la bici pubblica ‘Valentina’ malconcia e inattiva. I pentastellati chiedono lumi

Politica

Terni, la bici pubblica ‘Valentina’ malconcia e inattiva. I pentastellati chiedono lumi

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Se vanno in bicicletta i ternani, preferiscono tutto sommato andarci con la propria. E non con quella ‘pubblica’, messa a disposizione dal Comune. Anche perché ‘Valentina’, ovvero il servizio di bike sharing attivato tempo fa da palazzo Spada nello spirito della mobilità alternativa e sostenibile, con 14 postazioni nelle quali prelevare le bici pubbliche mediante apposita tessera elettronica, cade più o meno a pezzi e risulta, di fatto, quasi inutilizzabile.

Almeno questo è quello che denunciano con una interrogazione urgente al sindaco e alla Giunta, i consiglieri comunali del M5S, Pasculli, De Luca, Pococacio, Trenta e Braghiroli.
“Premesso che a marzo 2015 – si legge nell’interrogazione dei pentastellati – gli iscritti al servizio erano circa 767, e che sempre nello stesso periodo il Comune di Terni, attraverso le dichiarazioni dell’assessore Giacchetti, affermava che il servizio sarebbe stato rilanciato e rinnovatO. Considerato che dalla primavera 2016 il servizio appare inattivo, che le postazioni sono per lo più spente, che numerose bici appaiono in fase di decadimento(con ruote sgonfie e bucate, molte con selle danneggiate e parti arrugginite); che molte postazioni sono addirittura completamente prive di bici e che sembra impossibile prelevare le stesse tramite l’utilizzo della tessera preposta. Ritenuto che rispetto agli impegni presi, in realtà, ad oggi il sistema del bike sharing cittadino appare completamente disattivato e inutilizzabile. Si chiede al sindaco e agli assessori se sia confermato che il servizio di bike sharing “Bici Valentina” sia fuori uso e da quale data queste siano indisponibili all’utilizzo, e quali siano le postazioni fuori servizio delle 14 presenti; di chiarirne la motivazione e perchè non vi sia posto rimedio ad oggi; di chiarire quando il servizio sarà nuovamente disponibile e attivo e quale sia lo stato di manutenzione del sistema e quale il contratto in essere e cosa preveda; di chiarire quante siano le bici Valentina in stato di efficenza e quante siano quelle non efficienti e dove siano stipate; di chiarire quanti siano gli iscritti al servizio e quali siano ad oggi le procedure per sottoscrivere l’abbonamento e a quale sportello potersi rivolgere; di chiarire se il Comune di Terni ha abbandonato il progetto del bike sharing e quali siano le strategie future riguardo a questo tipo di mobilità alternativa”.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere