CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, incendio Rocca San Zenone: sarà chiesto lo stato di emergenza

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Terni, incendio Rocca San Zenone: sarà chiesto lo stato di emergenza

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Il Comune di Terni chiederà ufficialmente alla Regione che sia proclamato lo stato di emergenza per la per la vasta area che è stata interessata dall’incendio della Valserra. Giovedì sarà inoltrata la richiesta a Palazzo Cesaroni, che dovrà fare una valutazione di merito – se cioè si tratti di emergenza regionale o nazionale – e quindi si procederà all’accoglimento della stessa, nel secondo caso coinvolgendo il Governo.

Presto il rientro degli ultimi sfollati. In una nota, il Comune spiega di aver avviato i primi interventi urgenti “anticipando la somma occorrente, necessari per consentire quanto prima il rientro degli 80 abitanti di Rocca San Zenone che continuano ad essere sfollati dal centro abitato sottostante al fronte dell’incendio. I tecnici della Protezione Civile e l’Amministrazione Comunale hanno deciso di dividere i lavori in due stralci”. Gli ultimi 80 sfollati sono ancora ospitati in varie strutture cittadine e il sindaco Di Girolamo si è recato ieri in una di queste, anche per fare il punto della situazione: “Presto tornerete nelle vostre case”, ha spiegato il primo cittadino, che ha poi sottolineato come  i rischi che permangano sono legati soprattutto alla caduta di piante bruciate  e massi dai due costoni alle spalle del paese ed alle pendici della strada, tuttora chiusa. Il sindaco poi si è concentrato sulle cause dell’incendio: “L’ipotesi che il tutto possa essere partito da una discarica abusiva,  è molto grave e deve fare riflettere tutti, istituzioni e cittadini”, ha detto.

Lavori in corso.  Sempre a proposito dei lavori e del denaro necessario, il primo dall’importo di 110 mila euro è già stato attivato è prevede: pulitura dei canali di scolo delle acque; rimozione degli alberi e dei massi pericolanti; realizzazione di una barriera di circa 30 metri per impedire la caduta di detriti sul centro abitato e sulla strada provinciale Valsrera. Lavori della durata di una settimana, così da consentire già da domenica sera il rientro degli abitanti di Rocca San Zenone nelle proprie abitazioni e la riapertura a senso unico alternato della provinciale, attualmente interrotta dal km 2 al km 5, Date che comunque saranno confermate nei prossimi giorni. Il secondo stralcio dei lavori, invece, prevede interventi strutturali per circa 200 mila euro, in base a un progetto che ha anche uno sviluppo tridimensionale, realizzato in base ai dati ricavati dal sorvolo del drone  alzatosi in volo nei giorni scorsi. Il progetto definitivo prevede la rimozione dei volumi rocciosi lesionati; il rafforzamento delle pareti; l’estensione di una ulteriore barriera antimassi.

Movimento Cinque Stelle scrive al Prefetto. Nel frattempo, il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle e i due consiglieri regionali grillini hanno scritto una lettera al nuovo Prefetto per sollecitare il rientro nelle abitazioni degli sfollati; il ripristino della fermata ferroviaria  a Giuncano e la riapertura della strada; la copertura ‘immediata e totale’ della Valserra con rete mobile 4G; “nuove e concrete iniziative per l’effettiva salvaguardia delle nostre pregiate aree boscate, con particolare considerazione per la tutela e concreta manutenzione del sottobosco” ed inoltre l’attivazione di una pista per l’atterraggio e il decollo dei Canadair presso l’aviosuperficie e l’accertamento delle responsabilità dell’incendio “avviando un immediato monitoraggio rafforzando le attività di vigilanza ambientale. Chiarimenti in merito alla mancata sistematica raccolta rifiuti da parte del gestore, così come imposto dal Contratto di servizio”. Infine, nella lettera chiedono “che sia reso pubblico un chiaro cronoprogramma in merito a queste e altre possibili misure assunte in favore delle nostre comunità, per la sicurezza di tutti, coinvolgendo la popolazione al fine di conseguire la migliore condivisione delle informazioni e delle iniziative da intraprendere”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere