CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, incendiata bacheca circolo Pd: “Deriva violenta e intollerante”

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Terni, incendiata bacheca circolo Pd: “Deriva violenta e intollerante”

Redazione
Condividi

(foto Ansa)

TERNI- Questa mattina attorno alle 4.30, secondo alcuni testimoni diretti, è stata incendiata da parte di ignoti la bacheca esterna del circolo del Pd Ludovico Montani in via Eugenio Chiesa L’incendio ha coinvolto la base in legno, giornali e materiale cartaceo che erano presenti nella bacheca, oltre ad una insegna di plastica.  Le fiamme, secondo quanto si apprende,  erano molto evidenti tanto da essere state notate dai lavoratori della adiacente pasticceria. Sulla vicenda indaga la Digos. E’ il secondo atto vandalico in pochi giorni dopo quello che ha coinvolto il vice presidente della Regione Fabio Paparelli, al quale è stata divelta la cassetta delle poste della propria abitazione.

“Si tratta – riferisce Andrea Agnetti, responsabile della comunicazione politica del Pd –  di un gesto gravissimo che segnala la pericolosa deriva di violenza e intolleranza che esponenti del governo nazionale stanno fomentando nei cittadini e nella popolazione. Nei giorni scorsi anche il vice-Presidente della Regione Umbria è stato vittima di pesanti ed inquietanti atti vandalici  nella sua abitazione.  Esprimiamo la nostra piena vicinanza sia agli amici e compagni del Circolo di Via Eugenio Chiesa che al Vice-Presidente della Giunta Regionale. Il PD di Terni  chiede immediato ed urgente incontro con il Sindaco di Terni, Leonardo Latini, sui temi della sicurezza e sul controllo delle forze estremiste e violente, sia politiche che non, presenti nella città. Faremo denuncia alle autorità competenti, fiduciosi, come sempre siamo, nel lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura. Ovviamente non sarà un atto vandalico ad indebolire minimamente  la nostra presenza capillare nei territori della città, né tantomeno ci faremo intimidire, consapevoli della nostra storia e cultura continueremo più forti di prima a  svolgere la nostra politica democratica e repubblicana”