CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, taglio del nastro al ‘Cinema in pediatria’: il commissario al lavoro

Cronaca e Attualità Terni

Terni, taglio del nastro al ‘Cinema in pediatria’: il commissario al lavoro

Redazione
Condividi

TERNI – Un ideale passaggio di consegne, con tanto di commosso saluto dell’ormai ex direttore generale Maurizio Dal Maso. Stamattina presso il reparto di pediatria dell’ospedale di Terni è stata inaugurata la sala del ‘Nuovo cinema pediatria’, la struttura – costata 22.000 euro – che consentirà ai piccoli degenti del reparto di distaccarsi almeno mentalmente dal fatto di trovarsi in ospedale e potersi godere qualche ora di serenità guardando film e cartoni animati a loro dedicati.

Settembre L’iniziativa è stata proposta lo scorso settembre da Alessandro Rossi, presidente dell’associazione di volontariato “I Pagliacci” a Dal Maso che l’ha accolta subito: via alla raccolta fondi, che ha coinvolto esercizi commerciali, singoli cittadini ma anche tantissime realtà, fra cui Ast, Clt, Ternana Calcio ed un gruppo di tifosi rossoverdi, Hic Sunt Ferae. Oggi il taglio del nastro, alla presenza del presidente facente funzione della Regione, Fabio Paparelli, dell’assessore regionale alla sanità Antonio Bartolini, di quello al welfare del Comune di Terni Marco Cecconi, della stessa associazione I Pagliacci, del commissario Asl Massimo Braganti, oltrechè di rappresentanti delle varie realtà che hanno contribuito. Presente anche il consigliere comunale Emanuele Fiorini.

“Con questa struttura – dice Rossi – mettiamo Terni sullo stesso livello del Gemelli di Roma o del Niguarda di Milano, che hanno sale come queste molto più grandi. La risposta della città è stata grandissima e oggi siamo felici di offrire questa struttura che permette ai bambini degenti di immergersi in un ambiente che li isola completamente dal contesto ospedaliero”. Rossi ha spiegato che i restanti 10.000 euro sono stati donati all’ospedale, per l’acquisto di un pulsomentro, una libreria e di quattro poltrone alla radiologia oltrechè per  un soggiorno al mare per i bambini del Centro Baobab.

Cambio della guardia. A nessuno è sfuggito che il taglio del nastro sia stato effettuato nell’ultimo giorno da commissario dell’ex dg Dal Maso, fautore dell’operazione, che si è congedato con un pianto liberatorio e commosso, ringraziando tutti. Subito dopo, si è insediato – col primo incontro con i cronisti – il nuovo commissario dell’ospedale Lorenzo Pescini. Il pensiero che questo debba essere un commissariamento breve, era nella testa e nella bocca di molti.

Fabio Paparelli, in apertura del suo intervento ha voluto ringraziare “il dottor Dal Maso per il proficuo lavoro svolto in questi anni all’Azienda ospedaliera di Terni che, con quasi 26 milioni di ricavi e un bilancio 2018 chiuso con un avanzo positivo superiore a 3,6 milioni di euro, si conferma come l’azienda che in Umbria attrae la più alta mobilità attiva extraregionale”.

Proprio per garantire la continuità con un trend in positivo e proseguire il piano di azione orientato sull’integrazione tra aziende ospedaliere e presidi territoriali e per l’abbattimento delle liste di attesa  – ha aggiunto – sono state individuate figure professionali di alto livello che traghetteranno le Aziende ospedaliere e le Usl fino a 60 giorni dall’insediamento della nuova Giunta regionale”.

E’ stato l’assessore Antonio Bartolini a presentare il curriculum del nuovo commissario Lorenzo Pescini (51 anni di Firenze), che arriva dall’Azienda ospedaliera universitaria di Sassari, dove ha ricoperto l’incarico di direttore amministrativo e che aveva maturato importanti esperienze in Toscana, in particolare nella ASL di Massa e Carrara, al Meyer e al Careggi. “Trai suoi punti di forza il fatto  che già conosce l’ospedale ternano, essendo da quasi tre anni un componente del nucleo di valutazione, e che già ha lavorato con il neocommissario della USL Umbria 2 Massimo Braganti, con cui potrà portare avanti il processo di integrazione  tra ospedale e territorio, che è uno dei primi obiettivi insieme al piano di abbattimento delle liste di attesa e alla revisione dei sistemi di controllo”. Anche l’assessore Bartolini ha poi rinnovato i suoi ringraziamenti a Maurizio Dal Maso  che, ha ricordato, fu scelto nel 2016 tra i 10 top manager della Lombardia e che in questi tre anni ha pienamente confermato le attese .

Ottima finora la gestione dell’Azienda ospedaliera di Terni anche per Lorenzo Pescini, che ha infatti sottolineato: “Al di là dei limiti temporali, la mia non sarà una gestione del cambiamento ma sarà una gestione del miglioramento, alla ricerca di quegli obiettivi stringenti assegnati dalla giunta regionale che richiederanno un lavoro immediato. Due sono le parole chiave: modello tecnico-organizzativo e naturalmente integrazione. Integrazione  con la Asl per l’abbattimento delle liste di attesa e per coordinare meglio le risorse, continuità assistenziale e anche sicurezza e trasparenza”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere