CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, il sindaco ammette: la città è sporca, mi impegnerò di più

Terni Politica

Terni, il sindaco ammette: la città è sporca, mi impegnerò di più

Andrea Giuli
Condividi

La foto di un vicolo al centro città postata dal sindaco

TERNI – Bisogna ammetterlo, il web, il magico mondo della ‘rete’ obiettivamente può fare miracoli. Oppure, la realtà si impone in tutta la sua (triste) e tale evidenza che, pur con tutta la buona volontà, ci si va a sbattere contro.

Accade dunque che, nel suo profilo Facebook, il sindaco di Terni, Di Girolamo, confessi che la sua città è zozza. Si, insomma, sporchina. No, proprio sporca. E se ne assume pubblicamente e per iscritta la responsabilità pro-quota, riversandone il resto sull’Asm e su alcuni cittadini incivili. E forse non del tutto a torto. In sostanza, il primo cittadino mena e accosta: “Il dato di dicembre, sulla raccolta differenziata, il 66%, è molto importante e incoraggiante. Un plauso ad Asm che ha investito molto, mettendo in campo risorse, personale e credibilità. Molto resta da fare. Francamente la città non è pulita a sufficienza. Le immagini sui siti on line sono eloquenti e non sono tollerabili situazioni tipo quelle di viale Gramsci. Aggiungo io, la foto scattata questa mattina in vico Tempio del Sole, una ferita per tutti coloro che amano Terni. Non metto in discussione che ci siano responsabilità del Comune e dell’Asm e su questo fronte mi attiverò. Resta inteso che è ancora più nitida la responsabilità di quei cittadini che pensano che abbandonare per strada un sacchetto o un ingombrante sia la cosa più semplice da fare. Perché non ci impegniamo tutti di più?”. Ai posteri l’ardua sentenza. Non solo ai posteri.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere