CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, il rilancio passa dallo sport. Cagnotto: “Onore aver contribuito”

Sport Altri Extra EVIDENZA2

Terni, il rilancio passa dallo sport. Cagnotto: “Onore aver contribuito”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Una testimonial d’eccezione per uno spot che ha come obiettivo il rilancio del territorio ternano dopo il sisma attraverso lo sport. “Un tuffo nel cuore della verde Umbria. Terni una palestra a cielo aperto” vede protagonista l’olimpionica dei tuffi tania Cagnotto, l’azzurra più medagliata di sempre, che si tuffa nel freddo di una Cascata delle Marmore a 7° e la voce di Francesco Pannofino, doppiatore fra i più apprezzati d’Italia.  Gli spot saranno trasmessi su Sky per un totale di oltre 800 passaggi di cui il 40 per cento in prime time ma da oggi è già partita una forte campagna social con la versione ‘lunga’ dello spot della durata di un minuto

Prodotto d’eccellenza. Un progetto tutto ternano, pensato e voluto dal Dit (Distretto Integrato Turistico) e da Umbriaexperience e realizzato quasi interamente da ternani, a cominciare da Euromedia, la società che lo ha materialmente realizzato, con la regia di Giordano Torregiani, il  testo di Filippo Proietti ed un team di lavoro made in Conca. A presentarlo oggi, presso la sala Cascata delle Marmore della Fondazione Carit, oltre al presidente Luigi Carlini, il numero uno del Dit Stefano Notari, l’amministratore delegato Roberto Bartolini, il sindaco Leopoldo Di Girolamo, il vicepresidente della Regione Fabio Paparelli, il delegato del Coni per Terni Stefano Lupi.

Acqua fredda e bellezze naturali. Tania Cagnotto ha girato lo spot due settimane fa, tuffandosi in una cascata freddissima: “E’ stata una emozione fortissima e se sono un po’ ringiovanita, per via di quell’acqua così gelata, lo devo anche un pò a voi – scherza – Per il resto sono rimasta affascinata da tutto questo verde e dalle possibilità che ci sono qui per lo spot, è stato per me un onore contribuire a questo progetto per il rilancio della zona”. Intanto, il delegato del Coni ternano Lupi l’ha già invitata ad un incontro con gli studenti: “E’ stato immediato pensare a lei – ha detto – quando il Dit ci ha proposto la cosa, perchè Tania Cagnotto oltrechè una grande atleta è una persona per bene era la giusta testimonial per una iniziativa come questa che valorizza Terni come una città dello sport e la Valnerina come una grande palestra naturale sull’acqua”.

Guarda l’intervista a Tania Cagnotto e il suo intervento: “Che spettacolo la Cascata delle Marmore”

Un concetto, questo, ribadito forte anche da Stefano Notari del Dit: “Il concetto che vogliamo far passare – dice – è che questa zona, che va dalle Marmore a Castelluccio di Norcia è un grande palasport a cielo aperto”. Poi si sofferma sulla ternanità del progetto: “Un lavoro così professionale come questo dimostra che l’imprenditoria locale nel settore è cresciuta. Lei stessa si è emozionata guardando lo spot: se trasmettiamo emozioni abbiamo vinto, perchè l’emozione  è il motore della vita”.

Sport per il rilancio. Ripartenza, dallo sport, come veicolo di turismo: “La Fondazione Carit crede molto in questo progetto di sviluppo del turismo locale, tanto è vero che abbiamo investito 1 milione di euro- ha detto il presidente Luigi Carlini- L’iniziativa è in continuità con quelle precedenti di promozione delle eccellenze paesaggistiche del territorio ternano e narnese e mira a rafforzare l’immagine del territorio per farne una destinazione  turistica di successo. Terni è un territorio integro, nonostante il sisma e va scoperto, questo il nostro messaggio”. Lo sport, in questo senso è stato visto come il grimaldello: “Ci è sembrata la strategia di marketing più opportuna, quella di assegnare al territorio una identità basata sullo sport – ha spiegato Roberto Bartolini, amministratore delegato del Dit – Sport da vedere, nelle location del territorio e da provare, nelle tante possibilità outdoor che il comprensorio offre”.

Guarda lo spot con Tania Cagnotto

Continuità e risorse. Il sindaco Leopoldo Di Girolamo dal canto suo ha spiegato come quella del turismo “Deve necessariamente rappresentare una alternativa all’industria, che va protetta e conservata ma che oggi non basta più per fornire opportunità di lavoro” e che va progettato un turismo “che non sia mordi e fuggi, ma duri nel tempo, anche attraverso iniziative come queste”.

L’assessore regionale Fabio Paparelli, ha invece sottolineato come questa sia “una perla che si inserisce nel quadro delle iniziative di promozione del turismo in Umbria, fortemente colpito dal sisma” ed ha ricordato in tal senso l’impegno della Regione, cominciato con la prima campagna, quella a cui ha partecipato Vittorio Sgarbi, per passare poi allo spot “Vieni con me”, alla scoperta dell’Umbria meridionale sino ad arrivare all’ultimo, recente, con la voce dell’attore perugino Filippo Timi, culminata anche con grandi affissioni nei luoghi di traffico come stazioni ed aeroporti.

“Terni è una palestra a cielo aperto”, ha chiosato il presidente della Fondazione Carit in chiusura. Con la Cagnotto che promette: “Tornerò senz’altro, magari a fare rafting, o magari a visitare i sentieri, qui è bellissimo, davvero”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere