CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Terni, il gelo si accanisce sui contatori idrici. Il Sii: le 6 regole d’oro

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia

Terni, il gelo si accanisce sui contatori idrici. Il Sii: le 6 regole d’oro

Andrea Giuli
Condividi

Un contatore idrico

TERNI – Il gelo intenso di queste ore si accanisce anche sulle apparecchiature domestiche.

Criticità ai contatori, ghiaccio Le temperature estremamente basse di queste ore hanno causato la rottura di alcuni contatori per via del ghiaccio che si è formato sugli apparecchi. I problemi stanno riguardando utenze private del centro cittadino di Terni, di zone limitrofe e di altri centri del territorio gestito dal Sii. I tecnici delle società operative sono già stati attivati per intervenire e risolvere i problemi segnalati, sia con chiamate degli utenti ai numeri del Sii, sia attraverso il monitoraggio e il controllo dello stesso Servizio Idrico.

Il direttore Rueca “Avevamo preannunciato alla vigilia dell’ondata di gelo il rischio per quei contatori collocati esternamente o comunque più facilmente esposti agli agenti atmosferici – dice il direttore generale Paolo Rueca – e stiamo constatando che questa possibilità in alcuni casi si è concretizzata. La rottura è causa del ghiaccio e non dipende dalla tipologia delle apparecchiature”.

Le sei regole d’oro Il Sii ricorda ancora l’importanza di assumere i necessari accorgimenti per evitare la formazione di ghiaccio sui contatori, seguendo sei regole. Eccole:

1) In presenza di contatori collocati nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, se la temperatura esterna dovesse rimanere per più giorni al di sotto dello zero è consigliabile lasciare che da un rubinetto fuoriesca un filo d’acqua. E’ sufficiente una modesta quantità.

2) I bauletti o le nicchie poste all’esterno dei fabbricati, sportello compreso, debbono essere opportunamente coibentati. Basta usare materiali isolanti, come polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili nei rivenditori del settore edile. Per ottenere un isolamento efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm. I contatori in locali non riscaldati devono a loro volta essere rivestiti con materiale isolante (polistirolo, poliuretano espanso o simili);

3) Non avvolgere le tubature dell’acqua con lana di vetro o stracci. Questi materiali assorbono acqua e possono peggiorare la situazione. Inoltre, possono costituire un potenziale luogo di annidamento per insetti e sporcizia;

4) Ogni protezione deve lasciare scoperto il quadrante delle cifre per consentire agli incaricati della Sii la facile lettura del contatore;

5) Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto;

6) Con temperature particolarmente basse e per lunghi periodi, è possibile installare appositi cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere