CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, il congresso Uilm benedice la nuova segreteria Lucchetti

Economia ed Imprese Cronaca e Attualità Terni Extra

Terni, il congresso Uilm benedice la nuova segreteria Lucchetti

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Si è aperta dunque, nel giorno di Giovedì Santo, una nuova fase all’interno della Uil metalmeccanici di Terni. Una innovazione nella continuità.

Nuovo segretario e i membri della segreteria Il 18esimo congresso provinciale della Uilm ternana, infatti, ieri ha salutato, dopo 8 anni circa la segreteria a guida Nicola Pasini per passare il testimone a Simone Lucchetti, eletto dall’assise sindacale nuovo segretario generale della Uilm provinciale di Terni. Contestualmente, è stata nominata anche la nuova segreteria: ad affiancare Lucchetti ci saranno Pierangelo Nobili e Fabio Benedetti. il documento congressuale finale, qui sotto interamente riprodotto, è stato votato all’unanimità:

“Il 18esimo Congresso Territoriale della Uilm, si colloca in uno scenario nazionale che in seguito alla recente tornata elettorale è caratterizzato da una sostanziale assenza di chiarezza e di stabilità politica e governativa e in un contesto di appartenenza industriale, dove le evidenti conseguenze effetto della lunga crisi, unitamente al minor potere contrattuale espresso, pongono necessariamente al centro dell’attenzione e del dibattito, temi strategici quali produzione, investimenti, occupazione, sicurezza, diritti, tutele e prospettive di medio e lungo termine. Partendo da questi elementi, nel merito del confronto, si è avuta la possibilità di approfondire i punti di forza e di debolezza di Ast, della Faurecia e di altre piccole e medie aziende dove la Uilm attraverso le sue strutture è presente. Sono state inoltre espresse tutte le legittime preoccupazioni e individuate le iniziative da perseguire, proporre e sostenere nel prossimo futuro. La complessiva crescita di molti giovani dirigenti e quadri dindacali, rispetto a determinanti valori quali il bene e il lavoro comune, la dignità, l’autonomia, il senso di appartenenza e di responsabilità, ci consentirà come Uilm, di consolidare ulteriormente l’attività diretta dove siamo già operativi e ci permetterà di ampliare la linea d’azione anche in molte altre piccole e medie imprese e aziende del territorio, dove ancora non siamo presenti o lo siamo solo in modo marginale. In un clima generale di dilagante incertezza, di sostanziale sfiducia e in molte circostanze di paura, come Uilm, confermiamo quindi l’intenzione di posizionarci come interlocutore certo, intellettualmente onesto, corretto e coerente, in considerazione delle informazioni e delle capacità di cui ovviamente disponiamo”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere