CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, giovane domenicano nascondeva cocaina nel ‘bordo finto’ della chiusura lampo

Cronaca e Attualità Extra EVIDENZA2

Terni, giovane domenicano nascondeva cocaina nel ‘bordo finto’ della chiusura lampo

Andrea Giuli
Condividi

 

TERNI – Ieri pomeriggio sono stati effettuati ulteriori controlli della polizia di Stato finalizzati alla prevenzione dei reati sul territorio cittadino e nei comuni di Arrone, Ferentillo e Montefranco. Queste attività di prevenzione sono state disposte dal Questore con l’impiego di Volanti e Reparto prevenzione crimine.
Nel corso di un posto di controllo in via Bramante è stata fermata un’ Alfa Romeo 147 con a bordo 3 cittadini dominicani. Nel corso delle operazioni ispettive uno dei tre domenicani, del 1984 residente a Terni, ha iniziato a manifestare nervosismo ed ha cercato di nascondere qualcosa nel bordo esterno della chiusura lampo dei pantaloni. Gli agenti lo hanno perquisito ed è emerso che nel bordo dei pantaloni, abilmente modificato con un taglio interno, lo straniero aveva occultato due dosi di cocaina. Il ragazzo che ha riferito di svolgere attività di badante è stato sottoposto ad una perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati rinvenute altre due dosi di stupefacente, hashish e marijuana, una busta di politilene utilizzata per il confezionamento delle dosi ed altri 7 paia di pantaloni, tutti modificati all’altezza delle chiusura lampo, verosimilmente per consentire l’occultamento dello stupefacente. L’uomo nel 2014 era già stato denunciato per detenzione di stupefacenti. E’ stato nuovamente indagato ed ora sarà valutata la sua posizione sul territorio nazionale ai fini della revoca del permesso di soggiorno da parte del Questore.

Agenti della Squadra mobile, diretta da Alfredo Luzi, hanno arrestato un 53enne residente a Terni, in esecuzione di un ordine di carcerazione e condannato alla pena di un anno per vari reati.
Sempre ieri pomeriggio, inoltre, gli agenti della terza sezione hanno fermato un cagliaritano di 51 anni che dimorava presso una parrocchia di Terni, ladro seriale su auto. L’uomo nel compiere l’ultimo furto su un’autovettura, non si è accorto di aver perso il proprio cellulare all’interno dell’auto e, dopo averla “ripulita” delle cose di valore, si è allontanato lasciando sul tappetino il proprio telefonino. Rintracciato dagli investigatori tramite la sim ancora in uso, il “maldestro e sbadato” malfattore non ha potuto far altro che ammettere di aver compiuto il furto ed è stato denunciato alla procura della Repubblica.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere