CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, fumata bianca in Consiglio: Ferranti presidente. Fiorini-show

Terni Politica Extra EVIDENZA2

Terni, fumata bianca in Consiglio: Ferranti presidente. Fiorini-show

Redazione politica
Condividi

TERNI – Francesco Maria Ferranti di Forza Italia è stato eletto presidente del Consiglio Comunale di Terni. Alla terza votazione, l’esponente azzurro ha trovato il consenso dell’intero centrodestra (20 voti su 20, assente il consigliere Cicchini, contro gli 11 della grillina Braghiroli, votata da tutta l’opposizione). Fumata bianca, dunque, con Ferranti che ha annunciato nel suo primo discorso di voler trovare anche la collaborazione delle opposizioni “entrambi preziosi e mi auguro  coesi nell’interesse dei cittadini ternani.

Poi il tema centrale “Terni deve recuperare il decoro urbano – ha spiegato – deve poter tornare a guardare con fiducia al futuro. Dobbiamo attuare misure che consentano il rilancio dell’economia e dell’occupazione, perchè dove non c’è rilancio economico e dove non c’è occupazione aumentano le situazioni di disagio. Dobbiamo lavorare per riportare Terni – come dice spesso il nostro sindaco Latini – in una situazione di normalità”.

Fiorini vs Orsini atto III. La seduta si era aperta ovviamente con Fiorini sugli scranni del presidente pro tempore. Subito una stoccata al consigliere dem Orsini: “Purtroppo non ho potuto comprare l’urna per motivi di tempo, ma chi vuole può votare in sala maggioranza”. E ancora: “Controlliamo se per caso Orsini non ha inserito qualche scheda in più nell’urna”. E subito dopo, quando passa lo scranno Ferrante: “Una raccomandazione dalla Lega: non farti intimorire da Orsini”.

Braghiroli e Maggiora vice. Eletti alla vicepresidenza Devid Maggiora (Lega) e Patrizia Braghiroli (M5S), sempre 20-11: “Un segnale importante – aveva detto il consigliere di Terni Immagina Paolo Angeletti nella dichiarazione di voto – dato che è una donna”

In apertura della seduta di stasera, il presidente anziano Emanuele Fiorini aveva chiesto all’assemblea di osservare un minuto di silenzio in ricordo del sacrificio del giudice Paolo Borsellino nella lotta alla mafia.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere