CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Fiorini ‘sprona’ Latini: “Stop attesa, firmi accordo su centro remiero”

Cronaca e Attualità Terni Extra EVIDENZA2

Terni, Fiorini ‘sprona’ Latini: “Stop attesa, firmi accordo su centro remiero”

Redazione
Condividi

TERNI – Torna a galla la questione del centro remiero di Piediluco, con il Comune di Terni che aveva disertato la firma del protocollo d’intesa per la valorizzazione dello stesso ed adeguare il campo di gara agli standard internazionali.  Un protocollo d’intesa che ha già trovato l’accordo di tutte le parti (Federazione, Fondazione Carit, Regione ed Erg) ma che senza la firma del Comune, che aveva chiesto ulteriori approfondimenti, non potrà diventare esecutivo.

Turismo Il consigliere regionale Emanuele Fiorini, ora autonomo dopo l’uscita dalla Lega, spinge sul gas: “Sono convinto che il sindaco di Terni Leonardo Latini firmerà quanto prima il protocollo d’intesa – scrive – La firma del sindaco su quel protocollo valorizzerà il lago e l’intera area di Piediluco sotto il profilo turistico ricettivo. Non dimentichiamo che il 2021 sarà l’anno dei campionati mondiali di canottaggio e, per quanto mi riguarda, il borgo di Piediluco deve essere in prima fila e prontissimo ad ospitare un evento così importante. La presenza fissa della Federazione italiana di canottaggio con il suo centro remiero “D’Aloja” rinnovato e meglio organizzato, rispettoso degli standard internazionali, aumenterà il numero degli sportivi professionisti e dilettanti, incrementando le presenze turistiche dell’area con forti benefici immediati e futuri per l’economia locale”.

Protocollo “Pertanto -conclude il consigliere regionale. ritengo che la firma del protocollo d’intesa per l’omologazione del campo gara agli standard internazionali e la riqualificazione del centro remiero di Piediluco da parte del sindaco Latini sia un atto logico quanto dovuto verso i cittadini e le attività economiche del territorio. In un progetto dove molti tasselli sono già al loro posto, ne manca solo uno: il via libera da parte del Comune di Terni. Non è più il tempo dei tentennamenti anche perché i finanziamenti sono vincolati e soggetti a un preciso termine e, quindi, possono tornare al mittente. Ma Piediluco, Terni e l’Umbria non possono sbagliare un rigore del genere né, credo, lo stesso amico Latini possa permetterselo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere