CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, Federighi chiede il reintegro in Consiglio comunale: Palazzo Spada scrive al Prefetto

Extra

Terni, Federighi chiede il reintegro in Consiglio comunale: Palazzo Spada scrive al Prefetto

Redazione politica
Condividi

TERNI – La grana è di quelle grosse assai, anche perchè nel frattempo le sliding doors di Palazzo Spada hanno visto cambiare casacche e posizioni come una quadriglia e comunque la metti, il Comune rischia di uscirne non benissimo. La vicenda è quella che animò gli inizi della consiliatura Latini, quando ancora era chiaro chi stava con chi e perchè: Raffaello Federighi, consigliere di Forza Italia, fu dichiarato decaduto, a seguito di una verifica sulle incompatibilità. Colpa di un paio di vicende giudiziarie, l’accusa di bancarotta fraudolenta sulla questione Meraklon e la questione delle morosità con il comune ma anche di una condanna per calunnia risalente al 1998. Tre vicende che avevano portato a decidere per la sua decadenza ma ora, archiviate le prime due e con la terza che si sta cercando di superare, Federighi dopo aver vinto il ricorso contro il provvedimento di decadenza, vuole tornare sui banchi del consiglio comunale.

Parola al Prefetto. Il Comune, ovviamente, di fronte ad una richiesta simile, supportata dai documenti dell’avvocato Massimo Proietti, non poteva che fare l’unica cosa possibile e cioè scrivere al Prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi per chiedere cosa fare. Il problema come si diceva è che se il Prefetto darà parere negativo, la battaglia continuerà senza dubbio e se come invece è probabile, il Prefetto non potrà che prendere atto della situazione si aprirà un’altra grana.

Chi esce?  Già, perchè a norma di regolamento se Federighi tornerà a sedersi sui banchi di Forza Italia, dovrà uscire colei che che ne ha preso il posto, vale a dire Valeria D’Acunzo. Solo che la tricologa nonchè moglie del ds del Perugia Goretti, nel frattempo, è passata prima nel misto e poi alla Lega. Se il Prefetto darà l’ok per il reintegro di Federighi, ovviamente, dovrà uscire, perchè fa fede la lista di elezione, Forza Italia per l’appunto.

Una bella gatta da pelare, internamente al centrodestra: il Carroccio, che con un paio di acquisizioni aveva ristabilito i valori usciti dalle urne, potrebbe dunque perdere un consigliere. E tornare, nel caso, a battere cassa.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere