CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Terni, fa discutere la chiusura estiva di quattro farmacie comunali

Cronaca e Attualità Terni Politica

Terni, fa discutere la chiusura estiva di quattro farmacie comunali

Andrea Giuli
Condividi

L'ingresso di una farmacia comunale di Terni

TERNI – L’estate miete vittime, in tutti i sensi. Dopo la paventata chiusura per i tre mesi estivi del servizio prelievi ematici al Centro salute di Marmore e Piediluco, ora il problema si pone per alcune farmacie comunali. L’allarme lo lanciano i consiglieri comunali del Pd, Piccinini e Masiello (Pd).

“Le notizie – scrivono i due consiglieri – sulle chiusure estive di quattro farmacie comunali, quelle di via Mola di Bernardo, via Piana dei Greci, via Roma e Marmore, a causa della carenza di organico, sono preoccupanti. Dopo il 30 maggio sono infatti scaduti gli ultimi contratti a tempo determinato e la carenza di personale in organico sta dunque creando notevoli problemi. A fronte di questa situazione si creano casi diversificati a seconda delle aree: i cittadini del centro e dei quartieri avranno sicuramente dei disagi, comunque limitati dal fatto che nelle vicinanze ci sono altre farmacie private. Differente è il caso di Marmore, dove la popolazione, per la grande maggioranza anziana, durante il periodo di chiusura della farmacia comunale, previsto dal 4 al 24 settembre, non avrà altre alternative che scendere in città o andare a Piediluco, con tutti i comprensibili disagi. Nei centri minori, l’ulteriore colpo della chiusura, seppur temporanea, della farmacia, sarebbe mortale per una parte della città che dovrebbe avere uguale dignità rispetto alle altre. Chiediamo dunque di rivedere tali orari”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere